Paganello 2012. Frisbee: la World Beach Ultimate Cup è degli Scandal.

Paganello 2012. Frisbee: la World Beach Ultimate Cup è degli Scandal.
Paganello 2012, Rimini

RIMINI. Cala il sipario sul Paganello 2012 che oggi ha vissuto la sua ultima giornata di gare. Finalmente sotto il sole, la spiaggia di Rimini ha attirato molti curiosi e appassionati di frisbee che hanno assistito alle gare.

La finalissima di World Beach Ultimate Cup 2012 è iniziata alle 16,40 con la presenza del sindaco di Rimini Andrea Gnassi. Sul campo la formazione americana Scandal e il team internazionale Sexxxpensive. Meta dopo meta, il trionfo è arrivato per gli Scandal con il punteggio di 10 a 9. 

Il premio assegnato dai giocatori alla squadra che più ha dimostrato “spirito di gioco” è andato nella categoria Junior ai Not So Brighton, nella categoria Open ai Dy No Mite, nella categoria femminile alle Yaka, nella categoria Mixed alla squadre senior dei Not So Brighton.

Durante la giornata si sono svolte numerose gare. Per il primo e secondo posto della categoria Junior si sono sfidati i Triple T (Belgio) e i Catchup (Austria) che si sono aggiudicati il match; mentre i riminesi del CotaRica 1 Junior sono arrivati quarti, sesta la seconda squadra Junior di Rimini e ottavi  i giovani del Cota Rica 3 Junior. Gare femminili: le riminesi Tequila Boom Boom hanno perso il terzo posto con le svedesi E6; seconda è arrivata la squadra tedesca Sandschland, prime le Super Hot Pot (team internazionale), 16 a 8.

Finale Mixed: i russi Made in USSR hanno hanno vinto contro gli spagnoli Corocotta, aggiudicandosi (12 a 11) l’ombrellone giallo del Paganello 2012. Open: i riminesi del Cota Gold sono al 7 posto, il Cota Rica al nono e il Cota Rica 2 al ventunesimo.
Mixed Pairs: al primo posto il riminese Clay Collerà e Gloria Alessandrini, al secondo posto Karolina Hagenbjork e Joakim Arveskar, terzi Eleonora Imazio e Fabio Sanna. Open Pairs: al primo posto Marco Prati e Claudio Cigna, secondi Manuel Cesari e Fabio Sanna, bronzo per Reto Zimmermann e Joakim Arveskar. Co-Op: oro per gli italiani Claudio Cigna, Fabio Sanna e Clay Collerà, seguiti da Carsten Heim, Florian Hess e Christian Lamred; terzi James Wiseman, Pavel Baranyk e Andrea Dini. Il titolo Super Pro è andato a Claudio Cigna, il “Spirit of the Game” è invece stato assegnato James Wiseman, statunitense.

Si è conclusa dunque questa 22esima edizione del Paganello, appuntamento ormai entrato nella tradizione di Rimini. A partire dal 5 aprile la città è stata “invasa” da atleti provenienti da ogni parte del mondo e hanno regalato a Rimini e al pubblico 4 giorni di sport e divertimento, nonostante il tempo sia stato clemente solo l’ultimo giorno.
Non resta che aspettare il Paganello 2013.

Ti potrebbe interessare anche...