Ravenna. Gruppo di volontari ‘Laboriosamente Idee e azioni socialmente utili’.

Ravenna. Gruppo di volontari ‘Laboriosamente Idee e azioni socialmente utili’.
volontariato, foto di repertorio

RAVENNA. Nasce il gruppo di volontari ‘Laboriosamente Idee e azioni socialmente utili’.

Dichiarazione dell’assessore ai servizi sociali e volontariato Giovanna Piaia:

“La responsabilita’ accresce potere ai cittadini, produce migliori relazioni, capacitazione individuale e collettiva. Laboriosamente Idee e azioni socialmente utili ” sarà’ la denominazione del progetto che presenteremo ai Piani di Zona per la salute e il benessere. Un progetto che racchiude progetti partecipati di sussidiarieta’ civica , attivita’ socialmente utili, percorsi di educazione alla manutenzione civica.
Potremo moltiplicare le giornate di attivita’ socialmente utili in sinergica collaborazione con l’Ufficio antidegrado della Polizia Municipale, potremo coinvolgere e motivare tanti nuovi cittadini.
Intanto ringraziamo i volontari di Ravenna Centro Sorico di avere dato positiva corrispondenza a questo tipo di progettualità e di aver dimostrato che il Web puo’ essere uno straordinario mezzo di chiamata alla cittadinanza attiva.
L’iniziativa del neonato gruppo Ravenna centro storico e’ da elogiare e qualificare come una delle tante iniziative che l’amministrazione vuole raccogliere e potenziare per diffondere maggiore spirito pubblico e collaborazione fra cittadini e l’ente locale. E’ previsto nel programma di mandato la creazione di Laboratori di sussidiarieta’ per dare corpo e azioni alla filosofia dei Beni Comuni.
Le persone sono e si sentono portatrici non solo di bisogni, ma anche di idee e capacita’ da mettere a disposizione.
La nostra citta’ e’ ricca di questi esempi, nati spontanei o legati alla ricca attivita’ del volontariato.
E’ venuto il tempo di dare piu’ offerta a tanti singoli progetti di cittadinanza attiva , alle attività sociali di riparazione giudiziaria, creare piu’ occasioni di reciprocita’ nel welfare, allargare le fascie di impegno diretto dei cittadini.
Occorre oggi soprattutto non bloccarsi sulla ridotta capacita’ finanziaria per’ essere più’ attivi e creativi in contesti inusuali e con nuove iniziative”.

Ti potrebbe interessare anche...