Giovanni Paolo II. Un anno fa la beatificazione del ‘Papa dei giovani’.

Giovanni Paolo II. Un anno fa la beatificazione del ‘Papa dei giovani’.
Giovanni Paolo II, foto di repertorio

ANNIVERSARIO. Un anno fa Giovanni Paolo II veniva proclamato Beato. La proclamazione venne fatta da Papa Benedetto XVI in piazza San Pietro, e ieri sera, per celebrare questo anniversario, era prevista una veglia di preghiera a Tor Vergata, lo stesso luogo dove tanti giovani parteciparono all’indimenticabile Giornata Mondiale della Gioventù del 2000.

IL PAPA DEI GIOVANI. Non di rado Giovanni Paolo II viene chiamato il ‘Papa dei giovani’ perchè è sicuramente una figura molto amata e presente nei cuore di molti giovani, e anche lui li ha amati tanto ed egli stesso era giovane, lo è stato fino alla fine della vita terrena. Davanti a una folla di giovani accorsi a Tor Vergata nel 2000, anno del Giubileo, Papa Giovanni Paolo II fece un discorso rimasto nella storia e nel cuore di tante persone. Si rivolse ai giovani di tutto il mondo con un lungo discorso-appello che incitava a non avere paura, e che finiva così:

Voglio concludere questo mio discorso, questo mio messaggio, dicendovi che ho aspettato tanto di potervi incontrare, vedere, prima nella notte e poi nel giorno. Vi ringrazio per questo dialogo, scandito con grida ed applausi. Grazie per questo dialogo. In virtù della vostra iniziativa, della vostra intelligenza, non è stato un monologo, è stato un vero dialogo“.

E ancora: “C’è un proverbio polacco che dice: ‘Kto z kim przestaje, takim si? staje’. Vuol dire: se vivi con i giovani, dovrai diventare anche tu giovane. Così ritorno ringiovanito. E saluto ancora una volta tutti voi, specialmente quelli che sono più indietro, in ombra, e non vedono niente. Ma se non hanno potuto vedere, certamente hanno potuto sentire questo ‘chiasso’. Questo ‘chiasso’ ha colpito Roma e Roma non lo dimenticherà mai!

LA CELEBRAZIONE DI OGGI. Oggi, 1° maggio, alle 18, in ricordo di Wojtyla il cardinale Angelo Sodano, suo Segretario di Stato, celebrerà una messa nella chiesa di San Stanislao in via delle Botteghe Oscure. Nella chiesa dei polacchi sarà esposta una reliquia donata dal cardinale Stanisław Dziwisz, già segretario di Giovanni Paolo II: il reliquiario contiene un frammento di veste bagnata del sangue del beato. Nella Chiesa, custodito in una vetrina, verrà mostrato anche l’abito talare del pontefice.

Il responsabile della pastorale giovanile della diocesi di Roma Maurizio Mirilli ha commentato a Radio Vaticana l’iniziativa della veglia a Tor Vergata: “E’ quasi un bisogno quello di fare memoria della beatificazione! C’è proprio un bisogno da parte dei giovani ed anche degli ex giovani che hanno vissuto tante bellissime esperienze con Giovanni Paolo II, un bisogno di radunarsi insieme in quel luogo, Tor Vergata, che è stato così importante per tutti gli italiani”. Un evento eccezionale: “E’ la prima volta che organizziamo un grande evento sotto quella Croce: è anche un modo per riappropriarsi di quello spazio che è stato così importante per tanti giovani: è il luogo in cui Giovanni Paolo II ha invitato i giovani a non rassegnarsi, a lottare per il bene. In un periodo di crisi come quella attuale, abbiamo ancora bisogno di sentire questo messaggio”. (intervista intera: http://www.oecumene.radiovaticana.org/it1/Articolo.asp?c=583951)

Ti potrebbe interessare anche...