Emilia Romagna. Forlì: la mostra ‘ Pietro Zangheri e la natura della Romagna in 3D’.

Emilia Romagna. Forlì: la mostra ‘ Pietro Zangheri e la natura della Romagna in 3D’.
Natura in Appennino ( immagine di repertorio)

FORLI’& MOSTRA ‘PIETRO ZANGHERI E LA NATURA DELLA ROMAGNA IN 3D’. La mostra documentaria Pietro Zangheri e la natura della Romagna in 3D’ è un viaggio nelle trasformazioni del paesaggio attraverso le immagini scattate dal celebre naturalista nei primi decenni del Novecento, a confronto con foto attuali. E’ questo il filo conduttore dell’esposizione che si svolgerà nella Residenza provinciale e aprirà, in anteprima al pubblico, nella serata del 5 maggio, dalle 20 alle 24, in occasione dell’iniziativa ‘Fuori le stelle: Notte verde europea di Forlì‘.
Organizzano la mostra sull’Archivio fotografico del naturalista forlivese Pietro Zangheri la provincia di Forlì-Cesena (assessorato alla Cultura) e il Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, in collaborazione con il Coordinamento provinciale dei musei naturalistici. Il materiale in mostra è molto ricco: l’Archivio fotografico, infatti, ci ha consegnato testimonianze su elementi paesaggistici, eventi naturali ed aspetti socio-culturali del territorio romagnolo dell’inizio del secolo scorso: quasi 2.000 lastre, molte delle quali stereoscopiche.

Nella serata del 5 maggio, in occasione della ‘Notte verde europea’, alle 22 Giancarlo Tedaldi (Museo di ecologia di Meldola), Dino Scaravelli, Stefano Gellini e Pierpaolo Ceccarelli (Museo ornitologico Ferrante Foschi di Forlì) parleranno di ‘Gufi, civette e pipistrelli, il magico popolo della notte’. Dopo l’anteprima serale, la mostra proseguirà dal 7 al 18 maggio 2012 con orari 10-13 e 16-19, in quanto inserita fra le iniziative di ‘Quante storie nella storia. Settimana della didattica in archivio’.

LA BIODIVERSITA’ ROMAGNOLA. Il 12 maggio, dalle 10 alle 13, sarà approfondito il tema dell’evoluzione del paesaggio e della biodiversità romagnola, con Fabio Semprini (Società per gli studi naturalistici della Romagna), Nevio Agostini e Davide Alberti (Parco nazionale delle foreste casentinesi, Monte Falterona e Campigna), Leonardo Latella e Elisa Gottardi (Museo Civico di Storia Naturale di Verona), Giancarlo Tedaldi (Museo di ecologia di Meldola), Stefano Gellini e Pierpaolo Ceccarelli (Museo ornitologico Ferrante Foschi di Forlì).

Quante storie nella storia. Settimana della didattica in archivio’  è un appuntamento annuale promosso da IBC– Soprintendenza ai beni librari e documentari della regione Emilia Romagna, dalla Soprintendenza archivistica dell’Emilia Romagna e dall’Associazione nazionale archivistica italiana, gruppo di lavoro sulla didattica della sezione Emilia-Romagna. La settimana della didattica è giunta alla sua undicesima edizione e coinvolge, oltre alla provincia di Forlì-Cesena, gli archivi storici dei comuni di Bertinoro, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Galeata, Meldola in collaborazione con gli Istituti comprensivi di Premilcuore, Santa Sofia, e inoltre l’Archivio di Stato di Forlì-Cesena con l’Istituto tecnico per geometri di Cesena, la biblioteca Gino Bianco di Forlì.

Ti potrebbe interessare anche...