Meno burocrazia. Più facile e meno costoso trasferire i veicoli da un paese europeo all’altro.

Meno burocrazia. Più facile e meno costoso trasferire i veicoli da un paese europeo all’altro.
in auto, foto di repertorio

EUROPA. Grazie a regole uniformi in tutta l’UE, sarà più facile e meno costoso trasferire i veicoli da un paese europeo all’altro. Può essere un grattacapo ottenere una nuova targa quando ci si trasferisce all’estero. Spesso bisogna seguire procedure nazionali di immatricolazione costose e complesse, ma perché deve essere così complicato?

SEMPLIFICAZIONE. La Commissione propone una serie di norme comuni per l’immatricolazione dei veicoli trasferiti in modo permanente in un altro paese dell’UE. L’obiettivo? Semplificare le procedure di immatricolazione, snellire le pratiche burocratiche e ridurre i costi. Secondo i calcoli della Commissione, le imprese, i conducenti e le autorità preposte all’immatricolazione risparmieranno circa 1,45 miliardi di euro all’anno se questa misura diventerà legge. La proposta intende:

· ridurre le formalità per reimmatricolare auto, furgoncini, autobus e camion quando i conducenti si trasferiscono in un altro paese dell’UE; per completare la procedura si avranno 6 mesi di tempo

· eliminare i controlli tecnici supplementari e le procedure per chi acquista o vende un’auto usata in un altro Stato membro

· evitare a coloro che lavorano in un altro paese dell’UE e utilizzano un veicolo immatricolato dal loro datore di lavoro in tale paese di immatricolarlo anche nel proprio

· abolire i requisiti di reimmatricolazione per i conducenti che trascorrono una parte dell’anno in vacanza in un altro paese dell’UE

· consentire alle compagnie di autonoleggio di trasferire i loro veicoli in un altro paese dell’UE durante i periodi di vacanza senza doverli reimmatricolare.

Tappe successive

Prima di essere applicate, queste misure dovranno essere approvate dai governi nazionali e dal Parlamento europeo. Nel corso dell’anno la Commissione chiarirà le norme in materia di tasse di immatricolazione e circolazione. Saranno inoltre presentate raccomandazioni su come evitare la doppia tassazione sulle auto trasferite all’estero ed eliminare gli ostacoli all’autonoleggio transfrontaliero. Tutto ciò fa parte di una serie di proposte per agevolare l’esercizio dei diritti derivanti dalla cittadinanza dell’UE. Per esempio, la Commissione ha presentato una proposta per rafforzare il diritto alla protezione consolare all’estero per risolvere i problemi transfrontalieri legati alle imposte di successione.

Ti potrebbe interessare anche...