Forlì – Cesena, alcune entrate straordinarie potrebbero aiutare pagare i danni neve ed il nuovo casello del Rubicone.

Forlì – Cesena, alcune entrate straordinarie potrebbero aiutare pagare i danni neve ed il nuovo casello del Rubicone.
Una superturbina in azione a Cesena, durante il 'nevone' dello scorso febbraio.

FORLI’ – CESENA. Tra le ultime delibere della Provincia di Forlì Cesena, una  riguarda in particolare alcune variazioni al bilancio di previsione 2012. Nel dettaglio, nella delibera, si rilevano maggiori entrate per 633.000 euro (440.000 euro da maggiori trasferimenti dello Stato e 193.000 euro da conguagli dell’addizionale sul consumo di energia elettrica), che saranno destinate in gran parte (500.000 euro) per le maggiori spese di sgombero neve sulle strade provinciali, causate dalle abbondanti nevicate dello scorso febbraio. Sempre a copertura delle spese straordinarie di sgombero neve andrà l’intero avanzo di amministrazione non vincolato del 2011, pari a 207.197 euro. Infine sul capitolo degli investimenti, si prevede l’accensione di un nuovo mutuo di 2,5 milioni di euro (anticipato dall’annualità 2013 all’annualità 2012) per il finanziamento della quota parte provinciale dei lavori per la realizzazione del nuovo casello autostradale del Rubicone. Sempre sugli investimenti si rilevano minori trasferimenti da parte della Regione per la manutenzione delle strade provinciali, per un totale di 925.000 euro.

La delibera è stata presentata dall’assessore al Bilancio Maurizio Brunelli: “Questa variazione ci consente di recuperare risorse per affrontare le spese sopraggiunte per la rimozione della neve lo scorso febbraio. Ad oggi non è arrivato alcun trasferimento da parte dello Stato, mentre siamo fermi al solo stanziamento iniziale della Regione. E’ impellente quindi finanziare queste uscite anche per pagare le ditte che sollecitano le competenze a loro spettanti, tanto più che hanno anticipato i costi per il carburante necessario per l’intervento sulle nostre strade”. La delibera è stata approvata con i voti favorevoli di Pd, Idv, PRC e Gruppo Misto. Contrari PdL, Lega Nord e Udc.

Sulla delibera è intervenuta la capogruppo dell’Udc Maria Grazia Bartolomei:Sono soddisfatta della previsione in delibera di maggiori risorse per la sicurezza degli edifici scolastici, ma ho l’impressione che con questa variazione si rischi di non rispettare il patto di stabilità”. Quindi anche l’intervento di Stefano Gagliardi, capogruppo PdL: “Considerata l’importanza di questa delibera, in particolare per chi ha contribuito fattivamente alla gestione dell’emergenza neve votiamo a favore sull’immediata esecutività, dobbiamo dare un segnale: non vorrei che di fronte ad una successiva esigenza questi imprenditori rispondessero picche”.

Sul tema neve è intervenuto anche il presidente Massimo Bulbi:Sui costi della questione neve siamo stati chiarissimi: abbiamo circa 4,5 milioni e mezzo di spese vive da pagare, si tratta di fatture, in più abbiamo i danni, specialmente alle strade, con cui si arriva anche a 10,5 milioni. Siamo molto preoccupati, il presidente della provincia di Rimini ed io scriveremo al ministro perché ci aveva promesso di fare quanto necessario per garantire la sicurezza e così non è stato. Le risorse in arrivo sembra siano scarsissime. Che si può dire? Stiamo lavorando in uno stato di degrado di rapporti istituzionali, cosa facciamo a questo punto? L’unica cosa che possiamo fare giovedì sarebbe un’ordinanza che vieta la ‘Nove Colle’, sarebbe l’unica. Oppure vado alla partenza con un cartello per protesta, per dire che l’abbiamo garantita ma non avremo neanche più un soldo per fare la segnaletica stradale. Mi dispiacerebbe per il comitato della ‘Nove Colli’ che ci ha sostenuto in questa battaglia – avremmo potuto fare maggiormente massa critica per questi stanziamenti-, ma devo dire che non ho mai visto una lira o una parola da parte per esempio degli albergatori o associazione di albergatori. Non so cosa faremo, intanto scriveremo la lettera in cui chiediamo al Governo di essere corretto e rispettare gli impegni”.

Quindi Gian Luca Zanoni, capogruppo della Lega Nord: “Per l’importanza di questa delibera per la gestione dell’emergenza neve diamo la nostra disponibilità sulla immediata esecutività, anche se chiediamo di far sentire con forza la voce del territorio nei confronti del Governo, che ricordo per l’ennesima volta dà risorse per il Sud, dove forse spunteranno nevicate a luglio”.

Ti potrebbe interessare anche...