Attentato di Brindisi. Condanna della violenza da parte dei consigli comunali della Bassa Romagna.

Attentato di Brindisi. Condanna della violenza da parte dei consigli comunali della Bassa Romagna.
Dopo l'attentato a Brindisi, foto di repertorio

BASSA ROMAGNA. In seguito all’attentato di sabato 19 maggio davanti alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi, che ha causato la morte della studentessa Melissa Bassi e il ferimento di altre cinque giovani, i Consigli comunali di Bagnacavallo, Bagnara, Cotignola, Fusignano, Lugo e Massa Lombarda si sono riuniti in seduta straordinaria. Ognuno dei Consigli comunali ha approvato all’unanimità un ordine del giorno nel quale si esprimono dolore e indignazione, si manifesta solidarietà alla scuola, alle famiglie coinvolte e alla città di Brindisi, si sostiene la mobilitazione degli studenti e delle forze democratiche del nostro Paese e si chiede allo Stato di proseguire nelle indagini per assicurare alla giusitizia i colpevoli. Un analogo ordine del giorno è stato approvato nel Consiglio comunale che si è tenuto in seduta ordinaria martedì 22 ad Alfonsine e un ordine del giorno sull’argomento sarà sottoposto all’approvazione del Consiglio comunale che si riunirà giovedì 24 maggio a Conselice sempre in seduta ordinaria.

A Bagnacavallo il Consiglio comunale si è riunito martedì 22 presso la scuola Berti, alla presenza di numerosi studenti e docenti. Hanno preso parte alla seduta anche i presidenti della Consulta dei Ragazzi i quali hanno chiesto e ottenuto che l’aula multimediale presso la quale si è svolto il Consiglio venga intitolata a Melissa Bassi.

A Bagnara il Consiglio comunale si è riunito in Municipio martedì 22, alla presenza di numerosi cittadini.

A Cotignola il Consiglio comunale si è svolto martedì 22 in Municipio. Erano presenti all’assemblea numerosi giovani studenti delle scuole medie di Cotignola, la Consulta dei Ragazzi, la dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Don Stefano Casadio Giuseppina Di Massa, il maresciallo dei Carabinieri Pino Daniele, rappresentanti delle associazioni cotignolesi e alcuni genitori.

A Fusignano il Consiglio comunale si è tenuto al centro culturale Il Granaio lunedì 21. Hanno partecipato alla seduta i ragazzi della II C della scuola media, che nel corso dell’anno avevano seguito un progetto sulla legalità con l’associazione Pereira, i cui rappresentanti erano presenti anch’essi alla seduta. Hanno inoltre assistito al Consiglio comunale gli studenti della Consulta dei Ragazzi, rappresentanti dell’Anpi, numerosi genitori e cittadini.

A Lugo il Consiglio comunale si è tenuto lunedì 21 in Municipio, alla presenza degli studenti delle classi IV e V dell’Istituto professionale Stoppa. In seguito alla richiesta dell’assessore alla Pubblica istruzione Patrizia Randi, nella mattinata di lunedì in tutte le scuole di Lugo è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare l’attentato.

A Massa Lombarda il Consiglio comunale si è tenuto lunedì 21 in Municipio. Vi hanno partecipato i ragazzi delle scuole.

SOLIDARIETA’ E CONDANNA. Sempre in relazione ai fatti di Brindisi, la conferenza degli assessori alla Pubblica istruzione dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, convocata dal sindaco referente per i Servizi educativi Linda Errani, ha elaborato un documento in cui esprime solidarietà alle vittime e condanna «la gravità del gesto di chi ha voluto usare la violenza contro cittadini inermi, opponendola ai valori e ai principi della democrazia».
«La reazione dei giovani studenti in tutta Italia – si legge ancora nel documento – richiama ciascuno di noi, in quanto cittadini e rappresentanti delle istituzioni, a un grande senso di responsabilità e alla più salda fermezza nel contrastare ogni forma di criminalità e di violenza.
In particolare – concludono gli assessori – riteniamo fondamentali i percorsi e i progetti sulla legalità portati avanti dalle scuole di ogni ordine e grado del nostro territorio e in questi giorni siamo idealmente a fianco della delegazione dell’Itis Marconi di Lugo, composta da sei studenti e due insegnanti che martedì 22 maggio è partita per Palermo sulla “Nave della legalità” per ricordare l’anniversario della morte di Falcone e Borsellino.»

Ti potrebbe interessare anche...