Stragi di mafia: incontro a San Clemente con Salvatore Borsellino e Giulio Cavalli.

Stragi di mafia: incontro a San Clemente con Salvatore Borsellino e Giulio Cavalli.
Falcone e Borsellino, immagine di repertorio

SAN CLEMENTE (RN). Saranno Salvatore Borsellino, fratello minore del magistrato scomparso nell’attentato di via D’Amelio, e l’attore Giulio Cavalli gli ospiti della conferenza “Le loro idee camminano sulle nostre gambe – 1992-2012 vent’anni di antimafia“, in programma questa sera, venerdì 22 giugno, alle 21 in piazza Mazzini a San Clemente.

LE STRAGI DI MAFIA. Il tema della serata, organizzata dal gruppo culturale “Il Caffè” in collaborazione con il Gruppo antimafia “Pio La Torre” di Rimini, andrà a ripercorrere le più significative tappe dei vent’anni trascorsi dalla cosiddetta “stagione delle stragi di mafia”. Il tema della serata sarà l’antimafia e i numerosissimi elementi che la contraddistinguono: si parlerà di antimafia nell’azione delle procure e dei tribunali, ma anche di antimafia nelle piazze e nei teatri.

La serata vedrà due ospiti d’eccezione, testimoni diretti delle drammatiche vicende del 1992.

Salvatore Borsellino, dal giorno della scomparsa del fratello Paolo nel luglio del 1992, sta conducendo una strenua battaglia per mantenere viva la memoria dei fatti di via D’Amelio e per la ricerca della verità. Con la sua associazione “Movimento delle agende rosse“, in ricordo del diario di appunti del giudice Borsellino misteriosamente scomparso dal luogo della strage, da circa vent’anni porta alla ribalta delle cronache le troppe coincidenze che hanno lasciato pensare che esponenti delle istituzioni potessero condividere responsabilità con le associazioni mafiose. Proprio negli ultimi giorni le vicende correlate con la strage di via D’Amelio sembrano aver avuto clamorosi sviluppi.

Ospite della serata di San Clemente anche l’attore e regista teatrale milanese Giulio Cavalli. Autore e interprete della piece teatrale “L’innocenza di Giulio” sul processo Andreotti, dal 2009 vive e lavora sotto scorta. Giulio Cavalli è anche membro del Consiglio Regionale della Lombardia e fa parte del comitato di vigilanza sulle infiltrazioni mafiose negli appalti dell’Expo di Milano 2015.

In occasione della serata verrà inoltre allestita nella biblioteca comunale “G. Tasini” (piazza Mazzini) la mostra in cui verranno esposti i lavori degli alunni delle scuole medie di San Clemente, realizzati nel corso del percorso di sensibilizzazione alla cultura antimafia.

Sulle facciate degli edifici storici della suggestiva piazza Mazzini verranno proiettate immagini a ricordo dei giudici Falcone e Borsellino.

A fine serata la cooperativa “Lavoro e non solo” di Corleone offrirà al pubblico i propri vini, prodotti dalla coltivazione delle viti dei campi sequestrati alla mafia.

Ti potrebbe interessare anche...