Latte per neonati e alimenti per diete ‘speciali’: servono regole europee.

Latte per neonati e alimenti per diete ‘speciali’: servono regole europee.
Neonato con latte, foto di repertorio

ALIMENTI & ETICHETTE. I deputati vogliono regole europee sull’etichettatura del latte per neonati e degli alimenti per persone che necessitano diete speciali più efficaci nel proteggere i consumatori e offrire chiarezza all’industria alimentare, secondo un progetto legislativo approvato giovedì. Le nuove regole coprirebbero anche l’intolleranza al glutine e alcune diete a basso contenuto calorico. Il testo rappresenta la base di partenza per i negoziati con il Consiglio.

Il progetto legislativo, una volta approvato, sostituirà una serie di testi esistenti sull’etichettatura alimentare che coprono circa l’1-2% dei prodotti presenti sul mercato. L’aggiornamento della legislazione europea in questa materia è necessario per le difficoltà incontrate dai consumatori e dalle autorità di controllo nella distinzione fra alimenti per consumo ordinario e quelli diretti a gruppi specifici.
La relazione, preparata da Frédérique Ries (ALDE, BE) è stata adottata 603 voti favorevoli, 8 contrari e 8 astensioni.

Latte per neonati

In futuro, i prodotti di latte per neonati fino ai 12 mesi non dovrebbero avere foto di bambini o immagini che ne “idealizzino l’uso” sulle confezioni. I deputati chiedono inoltre che la Commissione riveda il quadro giuridico, oggi ritenuto troppo complesso, sull’etichettatura per i prodotti di latte per i bambini fra i 12 e i 36 mesi e proponga nuove regole.

Intolleranza al glutine

I deputati hanno inserito nel progetto legislativo anche regole speciali sull’etichettatura dei prodotti contenenti glutine. I prodotti destinati alle persone con intolleranza al glutine dovrebbero contenere meno di 100 mg di glutine per chilo e dovrebbero essere etichettati come alimento a “tenore di glutine molto basso”. I prodotti con meno di 20mg di glutine per chilo porterebbero l’etichetta: “senza glutine”.

I deputati chiedono inoltre alla Commissione di preparare uno studio sull’etichettatura degli alimenti per chi soffre d’intolleranza al lattosio, oggi non regolata.

Cibi dietetici

I deputati sono preoccupati che un numero crescente di prodotti alimentari siano definiti dietetici. Pertanto, il Parlamento chiede che le nuove regole sull’etichettatura riguardino le diete ipocaloriche destinate a sostituire l’alimentazione quotidiana di una persona o le diete per le persone obese. Queste includono gli “alimenti destinati a diete a basso contenuto calorico (800-1.200 calorie al giorno) e gli “alimenti destinati a diete a bassissimo contenuto calorico (400-800 calorie).

L’etichettatura degli alimenti dietetici destinati a tutti deve invece essere disciplinata dal regolamento UE del 2006 sulle indicazioni di salute, aggiungono i deputati.

Ti potrebbe interessare anche...