Rimini. Parcheggi a corredo dell’Ospedale, vasca di laminazione e parco auto più ecologico.

Rimini. Parcheggi a corredo dell’Ospedale, vasca di laminazione e parco auto più ecologico.
Ospedale Infermi Rimini, foto di repertorio

RIMINI. Sono stati resi noti gl interventi mirati a facilitare il parcheggio attorno all’Ospedale “Infermi” di Rimini, nonché più in generale all’utilizzo del parco auto aziendale. Il parco auto è stato arricchito da due auto elettriche concesse in comodato gratuito alll’Azienda per un anno dal concessionario Renault “Piraccini Auto”, e alla realizzazione, sono uno dei parcheggi, di una vasca di laminazione per convogliare le acque. Tutti interventi che hanno, come denominatore comune, il fatto di avere un’ottica anche all’ambiente.

Alla presentazione degli interventi hanno partecipato l’assessore ad “Ambiente, Energie, Politiche per lo Sviluppo sostenibile” del Comune di Rimini Sara Visintin, il direttore generale dell’Azienda USL Marcello Tonini, il direttore dell’Unità Operativa Attività Tecniche dell’A.USL Enrico Sabatini, il Mobility Manager aziendale Stelio Bossoli, i donatori.

Parcheggio di via Stampa e vasca di laminazione.
Il terreno su cui sarà realizzato il parcheggio di via Stampa è stato conferito all’Azienda USL dal Comune di Rimini. L’Azienda sta provvedendo ai lavori sia di superficie (per attrezzare il parcheggio) sia per i sottoservizi, che ricoprono un’importanza quantomeno pari rispetto a quelli di superficie. Tale parcheggio tra l’altro, ha ricordato nel suo intervento l’architetto Sabatini, in un paio di circostanze, quando ci furono forti piogge, si allagò creando dei disagi: tale problema, in conseguenza ai lavori, sarà definitivamente risolto così come quello della polvere.
La vasca di laminazione, che avrà capacità di quattromila metri cubi servirà infatti per proteggere l’area ospedaliera e il quartiere dai periodi di pioggia particolarmente intensa, funzionando da “polmone accumulatore” (accogliendo cioè grazie al suo volume di quattromila metri quadri) precipitazioni concentrate e violente, per poi rilasciare gradatamente il contenuto d’acqua in fogna nelle ore successive, evitando di dover aprire le paratie a mare.
I lavori di superficie porteranno invece alla realizzazione di 50 posti macchina, tutti pubblici, al servizio dell’Ospedale. Va fatto presente che, nei prossimi mesi, nelle vicinanze entrerà in attività il nuovo asilo interaziendale realizzato sempre dall’Azienda USL, e benchè sia dotato di parcheggi propri, i posti macchina di via Stampa potrebbero essere un valido supporto anche per quella nuova infrastruttura. Il costo dell’opera ammonterà a circa 2,8 milioni di euro, la progettazione è stata effettuata dall’Unità Operativa “Attività Tecniche” dell’Azienda e i lavori saranno completati nel giro di alcuni mesi.

Gli altri parcheggi a servizio dell’Ospedale.
Quella dei parcheggi è una questione da sempre sentita, sia dal pubblico sia dai lavoratori dell’Ospedale. Attualmente i posti macchina a supporto della struttura, sia dedicati ai dipendenti sia aperti al pubblico, sono circa 800, così suddivisi:
parcheggio da 200 posti riservato ai dipendenti con ingresso da via Settembrini;
parcheggio da 300 posti con ingresso da via Settembrini, aperto al pubblico ma con 70 posti riservati ai dipendenti
parcheggio da 100 posti a servizio del Padiglione Flaminio, aperto al pubblico ma con 50 posti riservati ai dipendenti
parcehggio da 100 posti auto a servizio del Pronto Soccorso (nuovo DEA).
parcheggio da 70 posti a servizio del Padiglione Ovidio con 30 posti riservati ai dipendenti.
In prospettiva vi è però, oltre alla realizzazione dei 50 posti macchina su via Stampa, anche la realizzazione di due parcheggi monopiano prefabbricati sui parcheggi di via Settembrini, che quindi sono destinati ad aumentarne la capienza di circa 320 posti. La destinazione sarà riorganizzata, in modo che anche i 70 posti riservati ai dipendenti nel parcheggio di via Settembrini saranno “svincolati” per il pubblico (oltre ai 120 posti del nuovo piano superiore).
Così facendo i posti macchina complessivi passeranno dagli attuali 800 circa a 1.150, e di questi, quelli pubblici passeranno dagli attuali 450 a 700 circa. I relativi lavori sono previsti per l’estate 2013, con un costo di circa 4 milioni di euro. In futuro, ha spiegato Sabatini, saranno pensate anche forme di strutture per fotovoltaico su alcuni dei parcheggi.

Le auto ecologiche.
Il concessionario “Piraccini Auto” di Rimini ha deciso, con un atto di liberalità, di offrire in comodato gratuito per un anno, all’Azienda USL, due innovative Renault Twizy, auto a due posti, elettriche e quindi ecologiche, di ultima generazione e molto adatte al traffico urbano riminese, soprattutto d’estate. Le due vetture saranno utilizzate dai dipendenti aziendali per motivi di servizio, e possono muoversi con un’autonomia di cento chilometri ricaricandosi per sole tre ore e mezza da una normale presa di corrente da 220 volt (le auto sono dotate di cavo e adattatore). Le vetture sono ultracompatte, e quindi facili da parcheggiare, ed ideali per i trasporti urbani. Il valore commerciale delle vetture è di 9.000 euro ciascuna.
Si tratta del primo passo di un progetto di riorganizzazione del patrimonio auto aziendale, che prevede la centralizzazione della flotta, tramite un software che assegna le auto libere via internet, prelevando la chiave elettronica da armadi distributori, ed implementa il car pooling e la gestione ottimizzata dei mezzi, dando la precedenza d’uso a quelli più ecologici.
L’Azienda, il cui parco di 126 auto (ambulanze e furgoni esclusi) già comprende più di 40 veicoli ecologici, sta inoltre investendo sul rinnovo degli automezzi con l’acquisizione e trasformazione di ulteriori veicoli elettrici per i tragitti urbani e intrasede, e di auto a GPL per i tragitti più lunghi. I titolari della concessionaria, al momento della simbolica consegna delle chiavi delle auto al Direttore Generale, hanno sottolineato che “crediamo molto nel veicolo elettrico, soprattutto in chiave futura, e questa iniziativa speriamo funzioni da promozione per l’utilizzo sempre maggiore di questi mezzi rispettosi dell’ambiente”.

Nell’aprire i lavori il direttore generale aveva precisato che “le operazioni che presentiamo oggi non sono nel core businnes di un’azienda sanitaria. Noi ci occupiamo primariamente della salute e delle condizioni sociali della cittadinanza. Nel momento in cui però, operazioni che dobbiamo compiere, come ad esempio l’ampliamento dei parcheggi a corredo dell’ospedale, o la gestione del parco auto, ci possono consentire di dare un umile contributo allo sviluppo armonico di questo nostro territorio, dal quale non siamo certo avulsi, ne siamo ben felici. Siamo felici cioè di partecipare, per quanto in nostro potere, ad uno sviluppo armonico del territorio”.

Un concetto centrato anche dall’assessore Visintin, la quale ha spiegato come “alla vasca di laminazione di quattromila metri cubi che realizzerà l’A.USL sarà completata da una struttura da diecimila metri cubi a cura del Comune, inserita nel piano delle opere. Oltre a questa, per il futuro lavoreremo a mettere in campo anche altre iniziative sulla mobilità sostenibile, in collaborazione con l’Azienda USL, ad esempio sulla mobilità sostenibile in tutte le sue forme”.

 

Ti potrebbe interessare anche...