Emilia Romagna. ‘Cinemadivino’ a Faenza: ‘Amarcord’, in ricordo di Tonino Guerra e Federico Fellini.

Emilia Romagna. ‘Cinemadivino’ a Faenza: ‘Amarcord’, in ricordo di Tonino Guerra e Federico Fellini.
Amarcord, locandina, immagine di repertorio

FAENZA. Mercoledì 18 luglio la tradizione nostalgica della Romagna si gusta sul grande schermo di Cinemadivino: in Piazza Nenni (ex Molinella) a Faenza il Consorzio Vini di Romagna (www.consorziovinidiromagna.it) ha deciso di ricordare l’eclettico artista romagnolo Tonino Guerra con uno dei film più famosi della storia del cinema italiano, Amarcord, di cui fu sceneggiatore insieme al regista Federico Fellini.

TRADIZIONE. Con Amarcord scorrono sullo schermo le immagini di un’Italia di altri tempi, la Rimini degli anni ’30, attraverso i ricordi di Fellini: se da un lato le scene della gioventù in Romagna generano un po’ di nostalgia, allo stesso tempo fanno capire alle nuove generazioni “come si viveva una volta”.
Custode della tradizione romagnola è anche il Consorzio Vini di Romagna, nato nel 1962 per mano dei difensori più agguerriti dei vini romagnoli, per tutelare le proprie uve e i propri prodotti: sin dalla fondazione il Consorzio ha riunito produttori di uva, cantine e aziende vinicole per regolamentare e qualificare la produzione del vino in Romagna.

PROGRAMMA. Il banco d’assaggio dei vini di Romagna, secondo la formula consueta a Cinemadivino, sarà aperto già alle 19.30.
Alle 21.30, dopo un boccone allo stand gastronomico a cura dell’agriturismo Ca’ de Monti e un assaggio di vino, il proiettore 35 mm si accenderà sulla Romagna tanto cara a Federico Fellini e Tonino Guerra. Non prima, tuttavia, di un altro viaggio delle tradizioni di un tempo, grazie alla proiezione di un breve video su “I Granai della Memoria”, progetto promosso e realizzato dall’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche e da Slow Food che raccoglie i racconti di chi ha abitato paesi e comunità e desidera trasmettere alle future generazioni la propria memoria. Tonino Guerra definì il progetto “cose belle che si ammucchiano e si raccolgono”, come semi che poi possono rifiorire e dare frutto.

Sponsor della serata sarà Image Line (www.imagelinenetwork.com), azienda agro-informatica di Faenza di sviluppo software e banche dati nel settore agroalimentare, fondata nel 1988 da un gruppo di imprenditori locali. Image Line si dedica inoltre alla divulgazione editoriale di settore, di cui è pioniera anche grazie al portale www.agronotizie.it. Partner di Magis (www.magisvino.com), il primo e più avanzato progetto per la sostenibilità della produzione del vino in Italia, affianca numerose cantine emiliano-romagnole nei loro progetti di viticoltura sostenibile.

INFO. La proiezione si svolgerà anche in caso di maltempo.
Ingresso intero € 12.00 comprendenti visione del film e tre degustazioni
Ingressi ridotti per bambini, astemi, possessori del Passaporto Iobevoromagnolo e Romagna Visit Card.
Per la certezza del posto a sedere è consigliabile prenotare al numero 345 9520012.

Informazioni: www.cinemadivino.net Twitter @cinemadivino, Facebook www.facebook.com/cinemadivino

Ti potrebbe interessare anche...