Cesena. Verso il totale recupero: 200 giorni di lavoro per Villa Silvia, da settembre.

Cesena. Verso il totale recupero: 200 giorni di lavoro per Villa Silvia, da settembre.
Villa Silvia, Cesena, immagine di repertorio

CESENA. Villa Silvia si avvia verso il completo recupero.. A due anni dal primo intervento, che ha riguardato la parte esterna (con il consolidamento della struttura e il rinnovo di intonaci e cornicioni) ora l’attenzione è rivolta agli spazi interni. Si provvederà a ripristinare un solaio, a rifare tutti gli intonaci e i servizi igienici, prevedendone anche uno attrezzato per i disabili. Si metterà mano anche agli impianti di riscaldamento, condizionamento e controllo dell’umidità, che saranno completamente rinnovati. Ad aggiudicarsi i lavori, per un importo complessivo di 400.000 euro, è stata la ditta San Vittore Costruzioni S.r.l.. Gli interventi prenderanno il via a settembre e dureranno 200 giorni.

UN’OPERA DI VALORIZZAZIONE. “Grazie a questo intervento – sottolinea l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – Villa Silvia potrà trasformarsi pienamente. I lavori renderanno più confortevoli e accoglienti i locali della Villa, restituendo loro lo smalto perduto e eliminando gli inconvenienti causati dal tempo, in modo da poter ospitare adeguatamente le molteplici attività che caratterizzano questo luogo, da quando la gestione è stata affidata all’Ammi. Villa Silvia costituisce un patrimonio straordinario per Cesena, da preservare e valorizzare. Grazie alla collaborazione con l’Ammi, che è riuscita, tra l’altro, a creare grande attenzione nel nostro mondo imprenditoriale, reperendo in proprio canali aggiuntivi di finanziamento, la struttura sta conoscendo una nuova vita, come polo di attrazione turistica e culturale, arricchendosi di vari elementi di richiamo dalla collezione di strumenti musicali meccanici dell’Associazione. Tenuto conto della ricchezza e del valore storico e culturale della raccolta dell’Ammi e dell’indubbio interesse che suscita, abbiamo condiviso in pieno l’idea di realizzare un vero e proprio museo e ci siamo impegnati per un adeguato intervento di restauro dell’edificio storico. Siamo partiti nel 2009 con uno finanziamento di 125mila euro, serviti per sistemare le parti più degradate e a preservare la statica. Con il nuovo stanziamento di 400.000 euro si procederà a completare il recupero e a potenziare gli spazi espositivi”

Ti potrebbe interessare anche...