Emilia Romagna. Cervia città del sale: percorsi storici dalle saline al mare.

Emilia Romagna. Cervia città del sale: percorsi storici dalle saline al mare.
Inaugurazione

CERVIA. Con il posizionamento dei cartelli informativi che evidenziano i punti storici, identitari e strategici per conoscere la città del sale, è stato portato a termine l’ambizioso progetto cofinanziato da Por Fesr e Comune di CerviaCervia città del sale: ripristino percorsi storici”, che ha previsto anche l’opera di consolidamento sponde e pista ciclabile sul porto canale tra Ponte Cavour e Ponte Ospedale”.
La completa riqualificazione del percorso che corre lungo il canale di collegamento tra le saline, la zona dei Magazzini del Sale e della Torre S. Michele – nel cuore del centro storico di Cervia e nel perimetro del Parco del delta del Po – e il Porto Canale di Cervia, fino allo sbocco a mare. 

INAUGURAZIONE. Al taglio del nastro, al Ponte Ospedale S. Giorgio, sono intervenuti il primo cittadino di Cervia, Roberto Zoffoli, il presidente della Provincia di Ravenna, Claudio Casadio, e l’assessore al Turismo e Commercio della Regione Emilia-Romagna, Maurizio Melucci. Complesso e ambizioso l’obiettivo del progetto, che ha interessato un tratto di porto canale privo di sponda da un lato e con banchine, originariamente, in cattivo stato di manutenzione, mentre la strada parallela, intensamente trafficata, non permetteva il transito in sicurezza per pedoni e ciclisti.

L’INTERVENTO. L’intervento è consistito nella costruzione delle banchine mancanti, ha recuperato spazi dal dirupo arginale eseguendo nel contempo una regolarizzazione della sezione utile del canale e, sopra le banchine costruite, ha realizzato un percorso ciclo-pedonale protetto in sede propria, realizzato mediante sistema di palancole metalliche come struttura principale, e strutture di finitura a copertura del palancolato, dotate di adeguati sistemi di ormeggio per natanti a motore e da diporto con albero abbassabile. La passeggiata sul lungo canale così realizzata è di collegamento all’analogo percorso in area pedonale ed è separata, con una barriera di sicurezza in legno, dal traffico veicolare.
Sull’altra sponda l’intervento ha previsto la ricostruzione delle parti deteriorate della banchina in prossimità del ponte ospedale per una lunghezza pari a circa 30 m, e un rialzamento del primo tratto della sponda in raccordo al tratto adiacente già realizzato. Sull’intero tratto sono state rinnovate le protezioni di delimitazione della pista ciclopedonale dal bordo banchina.
Il percorso si inserisce in una rete più ampia di collegamenti ciclabili e pedonali a livello provinciale, che ha come obiettivo primario il collegamento in sicurezza dei punti di particolare pregio storico e ambientale dei territori attraversati.
Il progetto ha previsto anche il ripristino dei percorsi storici. L’ intervento mira alla completa riqualificazione del percorso (percorribile a piedi, in bicicletta) che corre lungo il canale di collegamento tra le saline, la zona dei Magazzini del Sale e della Torre S. Michele (siti nel cuore del centro storico di Cervia e nel perimetro del Parco del delta del Po) e il Porto Canale di Cervia, fino allo sbocco a mare.
I percorsi storico-culturali realizzati hanno le seguenti caratteristiche:
a) due percorsi storici culturali, entrambi con punto di partenza la Torre San Michele. Il primo, Cervia sale o “della fondazione”, ha lo scopo di promuovere Cervia come Città di progetto, con particolare riferimento al rapporto della città con l’acqua, intesa come saline, mare e canale. L’latro, Cervia Mare, conduce ai luoghi legati all’altro grande protagonista della città, il mare. Il progetto ha previsto lo studio e la progettazione del percorso, nonché la cartellonistica, la realizzazione di pannelli illustrativi del percorso e altro materiale di supporto;
b) percorso storico-culturale dedicato ai bambini. L’azione ha compreso lo studio e la progettazione del percorso, nonché la cartellonistica e  la realizzazione di pannelli illustrativi.
Il costo complessivo dell’intervento è stato pari a 1.900.000 euro, di cui 950.000 finanziati dal Por Fesr e il resto dal Comune di Cervia.
Cervia Città del Sale fa parte dei 6 progetti della provincia di Ravenna finalizzati alla valorizzazione dei beni ambientali e naturali del territorio e alla loro valorizzazione turistica, approvati dalla Regione Emilia-Romagna e cofinanziati dal POR FESR Asse 4 parte pubblica.
Complessivamente i 6 Progetti provinciali  comportano  un investimento di quasi 14 milioni di euro di cui 5,5 milioni derivanti dal POR FESR, 600.000 euro della Provincia di Ravenna e il resto a carico dei Comuni e degli Enti Beneficiari. Sino ad ora è stata rendicontata quasi il 70% della spesa e sono stati completati 4 progetti.
Vale anche la pena di ricordare che sempre nell’ ambito dei finanziamenti POR FESR la stazione del Parco del Delta del Po denominata Pineta di Classe e Saline di Cervia si è arricchita recentemente di un intervento di grande qualità, “Il centro visita Cubo Magico “ della Bevanella, gestito dalla Cooperativa Atlantide di Cervia, collocata proprio a metà del percorso ciclo naturalistico, che unisce Cervia a Ravenna e che è stato recentemente riqualificato grazie al Progetto europeo Bicy.

 

Ti potrebbe interessare anche...