Nuovi stadi. Legge pasticciata o ‘ una manna dal cielo’ per il calcio italiano? Il caso Juventus Stadium.

Nuovi stadi. Legge pasticciata o ‘ una manna dal cielo’ per il calcio italiano? Il caso Juventus Stadium.
Nuovi stadi

LA CRONACA ( CON COMMENTO) SUL DIVANO. E ti pareva? Sta per uscire ( dopo anni) la legge sugli impianti sportivi e chi ti ritrovi a ‘stroncarla‘? Nientemento che Sergio Rizzo e Giannantonio Stella, su una pagina intera del mitico Corrierone.
Che dicono i due ‘saggisti‘ autori di libri-inchiesta come ‘La casta‘, entrati nella storia del giornalismo e ( forse) perfino di questi anni da tregenda, popolati da scandali, sprechi, latrocini in quantità industriale? Dicono che siamo in presenza di ‘ un pasticcio di legge’ pronto ad autorizzare ‘ nuovi stadi con ( ulteriore) colata di cemento’.

COMMISSIONE CULTURA O EDILIZIA PUBBLICA? Si chiedono, i due, perchè della legge s’è occupata la commissione Cultura e non le commissioni Urbanistica o Lavori pubblici? Perchè? Nel frattempo l’hanno benedetta un po’ tutti. O quasi. Perfino il dipietrista Pierflice Zazzera, vice presidente della Commissione, s’è detto contento. ” Si tratta – ha rincarato la pidiessina Maria Coscia- di un ‘provvedimento di grande utilità per il nostro sport”.

Eppure, il provvedimento tornato al Senato per l’approvazione definitiva ( che si auspica entro fine anno), fin dal titolo la dice lunga: ” Disposizioni per favorire la costruzione e la ristrutturazione di impianti sportivi anche a sostegno della candidatura dell’Italia a manifestazioni sportive di rilievo europeo o internazionale”. Cioè tutto o niente. Forse proprio a causa di questa voluta ( o strappata) vaghezza, Rizzo e Stella ‘sospettano’ la solita ‘fuberia’ o ‘ruberia’ all’italiana. Come dire un provvedimento velato da bisogni sportivi ma, in realtà, costruito ad hoc per ulteriori operazioni speculative.

MA BASTA IL SOSPETTO? Il sospetto resta legittimo. Ma basta per bloccare una legge attesa da anni e che, anche da sola, come s’è visto nel caso Juventus Stadium, potrebbe ‘ ridare futuro’ al calcio e allo sport italiano? Basta? Non abbiamo in mano il testo intero, ma vogliamo credere che contenga corpi e anticorpi per la cura di malattie ataviche. Che senso avrebbe infatti ( il Parlamento) buttar via altri soldi? Che senso avrebbe devastare ulteriormente un territorio già più volte devastato?

E dello sport ( sempre in Parlamento) non importa proprio nulla a nessuno? Il fatto che la legge preveda  ’complessi polifunzionali, con tanto di bar e negozi’ è un suggerimento che viene dall’Inghilterra o dal Nord Europa, dove attorno al momento sportivo ruotano altri momenti di vita collettiva comunque richiesti dagli sportivi. Quindi, pur con tutto il rispetto per il Corrierone e le sue meritevoli firme, cerchiamo di portare pazienza. Il rischio del bidone può starci, ma è meglio correre il rischio o restare ( ingessati) come siamo ormai da due o tre decenni?

Ro.Va.

Ti potrebbe interessare anche...