Emilia Romagna. Presentata a Riccione la prima web radio nazionale gestita da giovani.

Emilia Romagna. Presentata a Riccione la prima web radio nazionale gestita da giovani.
Radio Immaginaria Riccione2

RICCIONE. Lunedì 27 agosto alle ore 12 presso il Municipio, sala della Giunta, è stata presentato il primo Radiocampo Immaginario 2012 che si svolgerà a Villa Lodi Fè dal 28 al 31 agosto. Radio Immaginaria è la prima web radio italiana realizzata e condotta da ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 17 anni. Per i ragazzi che parteciperanno all’iniziativa, Radiocampo Immaginario 2012 sarà non solo l’occasione per fare radio, ma anche luogo di incontri con giornalisti, deejay, musicisti, personaggi del mondo della comunicazione e professionisti della radio nei suoi diversi aspetti: regia, redazione, conduzione, giornalismo, fotografia e social media.

Sono intervenuti: il sindaco Massimo Pironi; l’assessore alle politiche giovanili e servizi alla persona Federica Torcolacci; Gerardo Bombonato, presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna; Michele Ferrari, regista televisivo, ideatore di Radio Immaginaria e presidente di Radio Immaginaria Media Hub.

GLI ADOLESCENTI RADIOFONICI. Primo Radiocampo Immaginario 2012 a Villa Lodi Fè. Dal 28 al 31 agosto Riccione ospita il primo Radiocampo Immaginario: quattro giorni di incontri, dirette radio e musica con i giovani speaker di Radio Immaginaria, la prima web radio per adolescenti nata nel 2010 in provincia di Bologna. Un raduno per ‘adolescenti radiofonici‘ durante il quale i ragazzi incontreranno artisti, giornalisti e professionisti della comunicazione, ospiteranno concerti, lanceranno nuove puntate e incontreranno il pubblico che da circa due anni li segue sul web.
Un calendario fitto di appuntamenti importanti che si apre con Gerardo Bombonato, presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna che ha patrocinato l’iniziativa (28 agosto ore 10.30). Il 29 agosto, nella mattinata, è previsto l’intervento di Francesco Baschieri, fondatore di spreaker.com, il primo social network radiofonico al mondo, nonché la piattaforma web sulla quale trasmette Radioimmaginaria. Nel pomeriggio i ragazzi seguiranno un training di recitazione e dizione improvvisando un radiodramma con l’attrice Anna Stante. Il 30 agosto, Federico Taddia, autore televisivo e conduttore radiofonico (L’Altra Europa su Radio24), collaboratore tra gli altri di Fiorello e Maurizio Crozza, aprirà la maratona radiofonica 24h no stop di Radioimmaginaria in cui sono attesi molti ospiti a sorpresa tra dj, cantanti e attori. Infine il 31 agosto, Federica Gentile, conduttrice televisiva e voce storica dei canali RAI (Le brave ragazze su RadioRai 2), che coordinerà la prima riunione di redazione a microfoni aperti.

LE GIORNATE IN PROGRAMMA. Le giornate prevedono musica e concerti dal vivo no stop con alcuni dei giovani protagonisti della musica italiana come Serena Abrami (28 agosto ore 21.00) e Alessandro Casillo (che incontrerà i propri fan il 29 nel pomeriggio) insieme ad alcuni gruppi e band giovanili di Riccione e provenienti da tutta Italia. Saranno inoltre presenti alcuni volti noti della televisione italiana come gli attori Samuele Sbrighi e Sara Zanier, Jgor Barbarazza e Linda Collini (attori della soap Centovetrine).

UN ESPERIMENTO. RadioCampo Immaginario è un esperimento, il primo raduno di tutti gli inviati immaginari che dopo essersi conosciuti e sentiti via web si incontrano per la prima volta dal vivo per scambiarsi idee per il futuro del loro media di riferimento Radioimmaginaria. Per tutti gli altri adolescenti e le migliaia di fan che la seguono sul web, l’occasione di conoscere la redazione e gli inviati della radio e di candidarsi come speaker o di aprire una sede di Radioimmaginaria nella propria città.

L’iniziativa è patrocinata dall’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna e dal comune di Riccione che si conferma così un luogo privilegiato per lancio di progetti innovativi, scelto da tanti anni anche dai principali network nazionali che trasferiscono in Riviera le loro redazioni estive.

 I COMMENTI. “Abbiamo intravisto subito in questa iniziativa una grande opportunità per Riccione – esordisce il Sindaco di Riccione Massimo Pironi – quella di dimostrare che ci si può occupare degli adolescenti in maniera molto seria, lasciando loro il massimo della libertà e dell’autonomia, ma fissando dei paletti chiari, che sono quelli della professione giornalistica e del rispetto per le persone. Riccione dimostra in questo modo che si possono sperimentare dei percorsi di crescita che possono diventare anche percorsi professionali”. “In questo primo Radio Campo Immaginario – aggiunge Federica Torcolacci, assessore alle Politiche giovanili – abbiamo cercato di coinvolgere anche le nostre associazioni giovanili, culturali e musicali, con la speranza che anche a Riccione possa nascere una redazione immaginaria. E’ una buona occasione d’ascolto anche per noi adulti, per conoscere meglio la realtà dell’adolescenza con cui spesso abbiamo difficoltà a comunicare.”

“Provo un’emozione profonda – ammette Michele Ferrari, regista televisivo, fotografo, uomo di comunicazione – a presentare proprio qui a Riccione questa iniziativa. Sono arrivato qui nel 1996 come regista e responsabile di Territorio Match Music. Sono molto legato a questa città. Tanto da averci trovato moglie. Sapevo che sarebbe stato un territorio fertile e ricettivo. Lo era allora e lo è anche oggi: Riccione è una città in cui è possibile fare le cose. Non c’è mai stato un medium come Radioimmaginaria, gestito, pensato e diretto da adolescenti. Che in genere vengono considerati ingestibili, instabili, dei rompiscatole. A Riccione abbiamo cercato di mettere assieme i corrispondenti di diverse parti d’Italia, ci sono ragazzi da Napoli, Velletri, Roma ecc., che non si sono mai incontrati prima se non sul web”.

“Grazie al premio Ilaria Alpi Riccione è già una palestra riconosciuta di giornalismo – ha dichiarato Gerardo Bombonato, presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna -. Ai miei tempi si diceva: l’immaginazione al potere. Spazio alla liberta, dunque, ma nella consapevolezza che il giornalismo, come tutti i mestieri, ha le sue regole: etiche e di buon senso. Le parole sono pesanti, quelle scritte ma anche quelle pronunciate da un microfono. Incidono sulla vita delle persone, possono causare anche grandi danni. Questo è il compito delle formazione: integrare il massimo della liberta con il massimo del rispetto e sensibilità per le persone. La sensibilità è una grande dote in questo mestiere”.

 

RADIO IMMAGINARIA

Radio Immaginaria è la prima web radio realizzata e condotta da adolescenti di età compresa tra gli 11 e i 17 anni. E’ nata nel 2010 a Castel Guelfo, in provincia di Bologna, e trasmette sulla piattaforma Spreaker (www.spreaker.com) un programma settimanale che ad oggi conta oltre 10.000 ascoltatori. Radioimmaginaria ha anche un blog www.radioimmaginaria.it e la sua pagina facebook (http://www.facebook.com/radioimmaginaria) ha circa 3000 fan. Circa 40 adolescenti, distribuiti in tutta la penisola, collaborano come inviati e nella redazione principale. La webradio è stata concepita come un’antenna pronta a ricevere e trasmettere i segnali del mondo che verrà.

Ne è protagonista una generazione digitale, attenta a quello che succede in rete e nel mondo, che comunica attraverso le parole, la musica, il blog e i social media. Al microfono e in redazione si alternano ragazzi che si definiscono ‘tipi immaginari‘, oltre ad inviati immaginari da tutta Italia che hanno risposto alla call attraverso il profilo Facebook (ma l’invito a collaborare è sempre aperto). Ogni puntata viene realizzata interamente da loro, senza intromissioni da parte degli adulti. Gli argomenti vanno dalla musica al cinema, all’attualità, fino a coprire tutto l’universo quotidiano degli adolescenti di oggi, veloci nell’usare le tecnologie e al tempo stesso alle prese con mille domande sul mondo che li circonda.

La produzione dei contenuti da mettere in scaletta diventa ogni settimana un vero e proprio laboratorio aperto di sperimentazione e di studio. Inoltre, sfruttando il potenziale dei social media, Radioimmaginaria sta iniziando a ritrasmettere i suoi contenuti su tutto il territorio italiano, e a renderli disponibili ad un’audience di adolescenti in costante ricerca di curiosità e di novità. Oltre alla programmazione ordinaria, Radioimmaginaria ha realizzato alcuni speciali, tra cui: una puntata dedicata alla Notte dei Ricercatori di Bologna (24 settembre 2011); un’intervista a Rita Borsellino (dicembre 2011); un’intervista telefonica con Eumir Deodato da New York, un’intervista a Biagio Antonacci. A febbraio 2012 è stata accreditata al Festival di Sanremo. Ha partecipato al concerto per l’Emilia, a favore dei terremotati.

Dal 17 al 19 maggio Radioimmaginaria è stata mediapartner al fianco di Radio1 del Festival europeo delle scuole di musica ‘ Allegromosso’ www.allegromosso.it. Radioimmaginaria, inoltre, attraverso le parole di due inviate intraprendenti ha raccontato anche il dramma del recente terremoto dell’Emilia, e il loro raccontato è stato rilanciato dalle home page delle principali testate italiane nonché da Radio Deejay.

http://video.repubblica.it/dossier/terremoto-emilia-20-maggio/il-terremoto-alla-radio-raccontato-dai-bambini/96856/95238

 

Vedi anche

 

RADIO IMMAGINARIA SU ROCKOL

http://www.rockol.it/news-349431/Radio-Immaginaria,-la-radio-creata-e-gestita-dagli-adolescenti

 

RADIO IMMAGINARIA AL FESTIVAL DI SANREMO

 

L’INCHIESTA SULLE DISCOTECHE REALIZZATA DA RADIO IMMAGINARIA PER IL GR1 RAGAZZI

http://soundcloud.com/anna-merzari-chandrika/estrattogr1

Link FOTO (Vincenzo Cammarata) x Press

http://www.wisetwice.eu/reportage/radioimmaginaria

http://www.wisetwice.eu/reportage/sanremo

Radioimmaginaria è un progetto ideato da Michele Ferrari e coordinato da Radioimmaginaria MediaHub,
un’associazione senza scopo di lucro interamente finanziata dai propri fondatori e dalla generosità dei genitori dei ragazzi,
dalle donazioni di fondazioni, associazioni, istituzioni e privati.

 

Radioimmaginaria Media Hub è composta da:
Michele Ferrari: regista, autore, fotografo esperto di comunicazione
Alan Borsari: imprenditore e startupper
Vincenzo Cammarata: foto giornalista professionista
Andrea Canepari: regista, fotografo, designer
Giulia De Dominicis: ricercatrice universitaria, esperta radio e media
Annarosa Merzari: professionista PR, esperta mondo musica e radio
Piera Viperini: assistente sociale, esperta in dinamiche adolescenziali

 

Ti potrebbe interessare anche...