Bagno di Romagna. La natura in concerto- Dalle tenebre alla speranza. Con Giorgio Gaslini.

Bagno di Romagna. La natura in concerto- Dalle tenebre alla speranza. Con Giorgio Gaslini.
Giorgio Gaslini

XVIII EDIZIONE DI NATURA IN CONCERTO – DALLE TENEBRE ALLA SPERANZA. Giorgio Gaslini, Concerto per flauto e 18 strumenti, anteprima assoluta eseguita da Roberto Fabbriciani. Basilica di Santa Maria Assunta, domenica 9 settembre 2012, ore 21. Interpreti: flauto solista: Roberto Fabbriciani, orchestra Filarmonica di Roma, direttore: Ezio Monti. Con la partecipazione di Giorgio Gaslini.

 L’OMAGGIO A GASLINI. Dall’omaggio di Giorgio Gaslini, titolare dei primi corsi di jazz nei conservatori italiani di Roma e Milano, a Roberto Fabbriciani, innovatore nell’esplorazione delle sonorità del flauto, nasce il Concerto per flauto e 18 strumenti (del 2011) che sarà presentato in prima assoluta domenica 9 settembre 2012 alle ore 21 nella Basilica di Santa Maria Assunta a Bagno di Romagna, all’interno della diciottesima edizione di Natura in concerto. L’esecuzione, che sarà registrata per la prestigiosa etichetta discografica Tactus, sarà interpretata proprio da Fabbriciani e introdotta dallo stesso Gaslini, che spiegherà le ragioni di questo nuovo componimento inserito in una carriera internazionale di pianista, compositore, direttore d’orchestra e musicista jazz con all’attivo oltre tremila concerti e cento dischi.
“Il concerto, in tre tempi, già dall’organico orchestrale con i suoi quindici archi, l’arpa e i due percussionisti – anticipa il maestro Gaslini – ci comunica un ambiente sonoro lieve, agile, intenso, e colori di albe e di sere come in un quadro settecentesco, nel quale il flauto è protagonista con tutte le sue gamme di colori timbrici, con i suoi disegni espressivi a tutto campo”.

IL PROGRAMMA. Il programma di domenica vanta poi una seconda anteprima. Dalle tenebre la speranza, ovvero l’allegoria per 12 archi in parti reali composta dal maestro Ezio Monti nel 2010 quasi come una meditazione filosofica e sociologica che dal marasma generale conduce fino al consolante accordo maggiore del finale.

L’ALLEGORIA. L’allegoria, costruita sui primi quindici suoni della serie degli armonici in cui ogni strumento lavora sulla propria nota salvo la parte fugata e l’ostinato, è ideale filo conduttore tra Gaslini e Bach, di cui il programma presenta il concerto brandeburghese n. 3, il più travolgente dei 6, mosso da un fervore energetico inesauribile. Interprete della serata, assieme al flautista Roberto Fabbriciani, l’orchestra Filarmonica di Roma diretta da Ezio Monti.
La rassegna concertistica, di cui si allega il programma dell’intera stagione – è promossa dal comune di Bagno di Romagna con il contributo di Romagna-Acque Società delle Fonti sotto la direzione artistica dell’Accademia musicale della Romagna Toscana del maestro Ezio Monti in collaborazione (per due concerti) con il conservatorio ‘Maderna’ di Cesena.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...