Emilia Romagna & Toscana. ‘Gli amici della Faentina – il treno di Dante’, il comitato è nato.

Emilia Romagna & Toscana. ‘Gli amici della Faentina – il treno di Dante’, il comitato è nato.
GLi amici delle Faentina - il treno di Dante, foto di repertorio

RAVENNA. E’ stato presentato  nella cornice dei Chiostri Francescani il comitato “gli amici della Faentina – il treno di Dante“, che si è costituito oggi, per rilanciare i territori attraversati dalla linea ferroviaria che collega Ravenna e Firenze, le due città d’arte legate a Dante. L’obiettivo è quello di potenziare la linea ferroviaria ‘la Faentina’ allo scopo di valorizzare sotto il profilo turistico i luoghi dell’Appennino Tosco-Romagnolo con i suoi borghi e le sue comunità, accomunati da interessanti attrattive fra storia, gastonomia e natura.

POTENZIARE LA FAENTINA

Erano presenti Fabrizio Matteucci, Sindaco Comune di Ravenna, Rosa Maria Di Giorgi, Assessore all’Educazione Comune di Firenze, Paolo Valenti, Assessore alla Cultura Provincia di Ravenna, Paolo Donati,Vice Sindaco Comune di Russi, Germano Savorani, Assessore alle Attività Produttive Comune di Faenza, Davide Missiroli, Sindaco Comune di Brisighella, Silva Gurioli, Assessore alla Cultura Comune di Marradi, Giovanni Bettarini, Sindaco Comune di Borgo San Lorenzo e Presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello, Marco Semplici, Sindaco Comune di S. Piero a Sieve.

“L’idea – ha spiegato il sindaco di Brisighella Davide Missiroli – è molto semplice: la creazione di un comitato “gli amici della Faentina – il treno di Dante”. Un’unione di intenti, aperto a tutte le persone, per rilanciare il collegamento ferroviario, da Firenze a Ravenna (luoghi di nascita e morte del Sommo Poeta), sviluppando le potenzialità delle strette relazioni tra la Toscana e la Romagna, un ritorno al futuro del viaggio fatto da Dante Alighieri, in “fuga”. L’ evento della consegna dell’olio toscano alla tomba di Dante sono convinto abbia una particolare valenza per suggellare questa unione. Due città, Ravenna e Firenze, tra le più importanti del mondo collegate dal treno (e da un’altra capitale della cultura come Faenza). Una linea, la faentina, di una bellezza monumentale e paesaggistica straordinaria che attraversa l’appennino Tosco-Romagnolo con i suoi borghi e con tutta la sua cultura (arte, storia, gastonomia, natura).”

Antonio Patuelli, presidente del Gruppo Cassa di Risparmio di Ravenna, ha affermato: “La modernizzazione della Ravenna-Faenza-Firenze necessita della sua completa elettrificazione per il migliore utilizzo per trasporto locale e come collegamento orizzontale tutto da valorizzare. Il trasporto ferroviario e’, infatti, anche ambientalmente il piu’ preferibile. Le potenzialita’ sono enormi sia civilmente, sia turisticamente. Occorre pertanto -ha aggiunto Patuelli- un urgente maggiore sforzo coordinato innanzitutto delle due Regioni ed un forte sostegno dell’opinione pubblica. Il piu’ attivo circuito culturale fra Ravenna e Firenze -ha concluso Patuelli- puo’ essere utilissimo per la ripresa dello sviluppo e dell’occupazione nelle aree interessate”.

Rosa Maria Di Giorgi, assessore all’educazione del Comune di Firenze ha espresso la massima condivisione del progetto auspicando che le due Regioni interessate, Emilia Romagna e Toscana, riescano ad inserirlo fra le priorità nella Conferenza Stato Regioni ai fini della realizzazione. Si è inoltre dichiarata molto soddisfatta per le cerimonie della giornata impegnandosi a portare avanti nuove forme di collaborazione didattica fra le scuole di Ravenna e Firenze per coinvolgere i ragazzi sulla poetica dantesca”.

“Ho accolto con favore la proposta di tenere a battesimo a Ravenna nella cornice delle cerimonie dantesche questo progetto di valorizzazione del treno “Faentina” e la nascita del comitato che lo sostiene – ha dichiarato il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci -. L’auspicio è che a questa alleanza sinergica tra Comuni romagnoli e toscani si aggreghino altre realtà affinchè il percorso ferroviario Ravenna – Firenze venga adeguatamente attrezzato e promosso sotto il profilo turistico. Inoltre, rafforzare il legame dantesco tra Ravenna e Firenze anche sotto un profilo non solo simbolico, è un modo in più per favorire relazioni tra le due città anche in vista della candidatura di Ravenna a capitale europea della cultura nel 2019, che Firenze due anni fa, per bocca del consigliere Valdo Spini, ha già annunciato di sostenere”.

Ha concluso l’incontro Giovanni Bettarini, Sindaco Comune di Borgo San Lorenzo e Presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello che ha affermato come la campagna per potenziare la Faentina sia un modo per superare in tempo di crisi, gli ostacoli di natura finanziaria e realizzare progetti utili allo sviluppo dei territori”.

Il Comitato Gli Amici della Faentina è aperto a tutte le persone che credono in questo progetto di territorio. Nel prossimo mese si programmeranno serate pubbliche per divulgare il progetto del Comitato ma per coloro che fossero da subito interessati possono ricevere informazioni ed iscriversi direttamente sul sito www.trenodidante.it oppure richiedere informazioni tramite mail trenodidante@turismoslow.it o direttamente al Sindaco di Brisighella Davide Missiroli.

Ti potrebbe interessare anche...