Juve di un altro pianeta? Rimontato un 2-0 in casa dei Campioni. Barca incerto e Bayern sul pezzo.

Juve di un altro pianeta? Rimontato un 2-0 in casa dei Campioni. Barca incerto e Bayern sul pezzo.
Juventus

LA CRONACA DAL DIVANO. Secondo turno di Champions. Un altro pianeta, rispetto al nostro. Minuscolo, quasi impercettibile, nel grande universo pedatorio. Eppure abbiamo ‘segnato’ di trofei la sua storia ultra centenaria. Ma la memoria, si sa, è corta, per cui ogni tanto svettano i soliti esterofili che appostati un po’ dappertutto si meravigliano ( ad ogni piè sospinto) di quanto sia verde l’erba del vicino. Sia esso un ricco parvenu oppure un novello rampante che sbraccia attorno per farsi notare.

REAL-CITY. E’ inutile, nel calcio la storia conta. Non ci improvvisa fenomeni solo perchè qualcuno sborsa soldi a palate. Fosse stato così i Milionarios ( anni Sessanta) avrebbero segnato la storia del calcio. Invece nessuno più li ricorda

E anche gli album delle figurine lasciano ( sul campo vero) il tempo che trovano. Lo scontro tra il Real, nobiltà pura, e il Manchester City, o più semplicemente City,   nuovo arrivato dalle grandi ambizioni, ha avuto momenti di gloria dall’ 85° in avanti. Il City era andato  infatti sopra  ai Blancos per 2-1, eppoi, tra  assalti e cappelle ( soprattutto sul terzo gol madridista), i secondi hanno tirato fuori dal cilindro una vittoria che neppure  mago  Mou  se  la sognava.

Calcio bello, perchè aperto, solare, mai sazio, questo sì, ma anche non unico. E neanche il migliore. Perchè il calcio migliore sta di nuovo migrando a sud. Lentamente. Silenziosamente. In una città italiana rinata. E dove una società ( di sangue blu ) ripresa ( sull’orlo del baratro) per i capelli s’è costruita un bel stadio nuovo con tante altre cose redditizie attorno. I conti ora tornano. Il carattere di certo. E il gioco pure.

CHI E’ IL PIU’ BELLO DEL REAME? In breve: finora se c’è qualcuno d’un altro pianeta quello è la Juve. Ancora potenziabile, certo, ma già con i segni della squadra che più moderna di così non si può.  La risalita dal 2-0 al 2-2 in casa dei campioni è una impresa. Mentre altrove si ha l’impressione che qualcuno, carico di gloria, stia cominciando a rifiatare. Soprattutto in Spagna. Il pubblico del Chealsea ( primo in Premier e campione d’Europa in carica) deve averlo intuito. Col  suo forte, festoso  e ( sempre)  sportivo applauso finale.

Sui singoli lasciamo ad altri il compito di dare voti ed esprimere  giudizi.

 I RISULTATI. Chealsea-Juve 2-2 ( reti juventine di Vidal e Quagliarella): Manchester United- Galatasaray 1-0; Barca( dopo essere andato in svantaggio 1-2) -Spartak Mosca 3 -2; Lille-Bate Barisov 1-3; Celtic-Benfica 0-0; Skhantar- Nords 2-2; Braga-Cluj 0-2; Bayern-Valencia 2-1.

* Da verificare

Ti potrebbe interessare anche...