Emilia Romagna. Nevone 2012: niente fondi europei? Che sia il governo a pagare!

Emilia Romagna. Nevone 2012: niente fondi europei? Che sia il governo a pagare!
Nevone 2012 in Emilia Romagna

EMILIA ROMAGNA. Nevone 2012. Con una lettera inviata venerdì, il Presidente della Regione, Vasco Errani e i Presidenti delle Province di Forlì-Cesena e Rimini, Massimo Bulbi e Stefano Vitali, hanno espresso al Ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri, la grandissima preoccupazione per l’ormai certa bocciatura, da parte della Commissione Europea, dei fondi per le zone colpite dal maltempo di febbraio. Visti gli ingentissimi danni che, specie in quest’area dell’Emilia Romagna, hanno funestato le imprese, l’agricoltura, la zootecnica, i singoli privati, ma anche gli stessi edifici pubblici (ospedali e scuole su tutti) per importi stimati in centinaia di milioni di euro, i tre Presidenti affermano che:
“Chi, come noi, ha agito con scrupolosità e seguendo nel dettaglio le direttive comunitarie si trova oggi non solo senza parole, ma anche senza più risorse. Da soli siamo riusciti ad uscire dall’emergenza, senza i fondi attesi dalla Commissione Europea non siamo però più in grado di continuare. In mancanza dei fondi comunitari, chiediamo dunque con la presente che sia il Governo Italiano a farsi carico del rimborso delle risorse già anticipate dalle nostre Amministrazioni per i danni prodotti dall’emergenza neve. Senza questa copertura non saremo più in grado di intervenire in alcun modo, né per completare i tanti interventi iniziati, né nell’eventualità di nuove emergenze”.

Ti potrebbe interessare anche...