Emilia Romagna. Ravenna: il 7 ottobre arriva la domenica ecologica.

Emilia Romagna. Ravenna: il 7 ottobre arriva la domenica ecologica.
No smog, foto di repertorio

RAVENNA. In base a quanto previsto dall’accordo regionale sulla qualità dell’aria è prevista per il 7 ottobre, prima domenica del mese, una giornata ecologica con limitazioni alla circolazione delle auto in centro storico dalle 9 alle 18.
L’area nella quale non si potrà circolare è delimitata dalle seguenti vie (che sono invece percorribili da tutti): viale Baracca (tratto via Oberdan – piazza Baracca), piazza Baracca, via Don Minzoni, Largo Giustiniano, circonvallazione San Gaetanino (tratto via Don Minzoni – via S. Alberto), via S. Alberto (tratto circonvallazione S. Gaetanino – via di Roma), parcheggio di Porta Cybo, via Mura di Porta Serrata (tratto via di Roma – via G. Rossi), via G. Rossi (tratto via Mura di Porta Serrata – via Anastagi), via Anastagi, piazzale G. B. Rossi, via Venezia, via Rocca Brancaleone (tratto via Venezia – via Ugo Bassi), via Ugo Bassi (tratto via Rocca Brancaleone – via Maroncelli), via Maroncelli, piazza Farini, viale Pallavicini, viale Santi Baldini, piazzale Segurini, via Cesarea (tratto via di Roma – via Renato Serra), via Renato Serra, parcheggio di via Renato Serra, via Gabici, via Castel San Pietro, via Bassa del Pignataro, via R. Ricci, via Bastione, circonvallazione al Molino, circonvallazione Fiume Montone Abbandonato, via Oberdan (tratto circonvallazione Fiume Montone Abbandonato viale Baracca)

CHI PUO’ CIRCOLARE. Persone e mezzi che possono comunque circolare sono sostanzialmente gli stessi ai quali è consentita la circolazione anche nei giovedì di blocco e cioè: residenti, domiciliati, autobus urbani ed extraurbani in servizio di linea, Taxi, automezzi Enel, Hera e Telecom (solo per operazioni di emergenza), mezzi di pronto soccorso e pronto intervento, automezzi dell’Istituto Vigilanza Ravennate solo in caso di pronto intervento ed emergenza, automezzi diretti alle autorimesse e proprietà private, biciclette, automezzi ad alimentazione elettrica, gpl e metano, veicoli “Euro 4” e successivi e/o dotati di FAP (filtro antiparticolato), veicoli a servizio di persone invalide, veicoli a servizio dei professionisti della sanità (mediante esposizione dell’apposito contrassegno), veicoli adibiti al trasporto di prodotti deperibili (frutta, ortaggi, carni e pesci, fiori, animali vivi, latte e latticini, ecc.) o consegne indifferibili muniti di documentazione attestante l’effettiva urgenza, dipendenti Enel diretti alla sede di vicolo S. Nicandro muniti di specifico tesserino di riconoscimento, veicoli diretti agli alberghi (clienti), veicoli al servizio delle manifestazioni regolarmente autorizzate, compresi quelli adibiti al commercio ambulante muniti di licenza o autorizzazione rilasciata dal Servizio Suap ed Attività Economiche o certificazione equivalente.

Ti potrebbe interessare anche...