Calcio e non solo calcio. Derby di Milano col botto. F1, Ferrari in sofferenza. Basket e volley: partiti!

Calcio e non solo calcio. Derby di Milano col botto. F1, Ferrari in sofferenza. Basket e volley: partiti!
Striscioni del Milan ( repertorio)

LA CRONACA DAL DIVANO. Dopo il ( lusinghiero) bagno d’Europa ( 4 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta) pronti siamo a zappingare sul nostro campionato. Con un appuntamento clou, il mitico derby della Madonnina, in un San Siro ( quasi) ricolmo ( restano 8 mila biglietti di primo e terzo anello), sempre appassionante,  sempre punto di riferimento ( alla faccia degli esterofili) per il calcio del Pianeta.

E’ un derby orfano dei grandi vecchi,  tutti in diaspora per ‘ragioni di vita’, ma ( finalmente) rimpolpato di giovani talenti. Da una parte e dall’altra. Con qualche paura in meno dopo le buone prove in Europa. Aria nuova, dunque?  Ma sì, e farà bene! Guardiamo anche gli altri.
Il Napoli intanto, che  ribolle per la ‘salassata‘ non ancora digerita col Psv; L’Udinese, che  torna in terra ( dopo Liverpool) col solito ( sofferente) Guidolin; la Roma, che riabbraccia il presidente James Pallotta, fresco d’America e ora voglioso di dare ‘ un ventennio stabile ai figli della Lupa’, attende ( per rigenerarsi) l’Atalanta; Montella, he  spera invece nei gol di Jo Jo , altrimenti addio speranze ( di punti) con il Bologna;  Chievo e Corini, dove  ‘risboccia‘ l’amore, sperando di cominciare a salvarsi già con quell’osso duro della Samp; il Palermo, infine, in costante assetto rivoluzionario grazie al Zampa, mai appisolato, e che dovrebbe andare a prendere punti con il Genoa, a Marassi. Mah!

Si è iniziato ( sabato 6 ottobre) con Chievo-Samp ( ore 18) ( risultato 2-1) e si è proseguuito con Genoa-Palermo ( ore 20,45) ( risultato 1-1).

* CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO SERIE A  ( 7 giornata) ( sabato 6 ottobre) Chievo-Samp 2-1 ( ore 18), Genoa-Palermo 1-1 ( ore 20,45); ( Domenica 7) Roma-Atalanta ( ore 12.30); Catania-Parma ( ore 15), Fiorentina-Bologna, Pescara-Lazio, Siena-Juventus, Torino-Cagliari, Milan-Inter ( ore 20,45) e Napoli-Udinese ( ore 20,45).

 LA CLASSIFICA. Juventus e Napoli, punti 17; Inter e Lazio, 12; Sampdoria ( -1) 10*; Genoa, 9*; Fiorentina, Torino (-1), Roma e catania, 8; Milan, Bologna e Pescara,7; Parma, Chievo* e Udinese, 6; Palermo* e Atalanta ( -5), 5; Siena(-6) e Cagliari, 2.

* Una partita in più

PROSSIMO TURNO ( 8 a di campionato). ( sabato 20 ottobre) Juventus-Napoli ( ore 18), Lazio-Milan ( ore 20,45);  ( domenica 21 ottobre) Cagliari-Bologna ( ore 12,30), Atlanta-Siena ( ore 15), Chievo- Fiorentina, Inter-Catania, Palermo-Torino, Parma-Sampdoria, Udinese-Pescara, Genoa-Roma ( ore 20,45).

LA POLE DI F1 La Red Bull di Sebastian Vettel domina le qualifiche del Gran Premio di Sukuza, in Giappone, e strappa la quarta pole position di fila sul circuito nipponico e la 34/ma in carriera. Vettel ha però rischiato di compromettere tutto per aver ostacolato nel finale di Q3 il giro lanciato della Ferrari di Fernando Alonso. I commissari di gara hanno convocato a fine prova il tedesco e lo spagnolo e, dopo un ‘esamino‘ hanno deciso solo  una ( benevola)  ‘reprimenda‘.

Vettel superando Jim Clark e Alain Prost fermi a quota 33, diventa a 25 anni il terzo pilota in assoluto quanto a numero di pole in Formula 1, alle spalle di Michael Schumacher (69) e Ayrton Senna (65). ”Mi aspetto un lungo pomeriggio e pieno di novità”, ha detto Alonso ( che parte sesto) in conferenza stampa.
Intanto il buon Schumi ha deposto l’arme. ” Ho sbagliato io” avrebbe ammesso. L’ha capita adesso? Non sa che quando s’è arrivati all’apice meglio salutare tutti? Se non altro per non fare dire ( o anche solo pensare) tutto quello che l’ingratitudine umana può ( in questi casi) regalare.

CLASSIFICA PILOTI  F1 ( a 6 Gp dalla fine) . Alonso, punti 194; Vettel, 165; Raikkonen, 149; Hamilton, 142.

GLI ALTRI SPORT.  Le ‘scarpette rosse’ dell’ EA7 non sono partite bene. Tuttavia, domenica, hanno il modo di sognare. Contro i mostri del Boston Celtics. Mai una squadra italiana ha sconfitto una della Nba.  Sarà, questa, la volta buona, dopo che Pianegiani con Fenerbahce ha tracciato la retta via?

Nel volley caccia aperta al trono di Macerata, titola la ‘rosea’. Bis difficile per Savani & C? Certo che gli avversari non mancano. Da un capo all’altro della Penisola: Cuneo, Trento, Verona, Modena e Ravenna, Perugia, latina, Castellana e Vibo. Il volley, un po’agitato, forse anche impoverito, senza piazze come Milano e Roma, ma sempre ‘vivo e vegeto’
( soprattutto) nei ‘ maravigliosi‘ centri della provincia italiana. Nel primo impegno, Macerata-San Giustino: 3-1.

********

CHAMPIONS LEAGUE.  RESTIAMO SUI CAMPI D’EUROPA. Luce è quella ( in fondo al tunnel) recata dal Milan, con la sua ‘impresa’ a Pietroburgo. Grazie ad Abbiati, certo, soprattutto all’81′, con quel volo fantastico alla sua destra, ma anche ad una ‘scolaresca’ che ( almeno a tratti) ha dismesso ( una volta tanto) i candidi grembiulini per affrontare la (solita) altra classe, vociante e presentuosa, ma finalmente con il giusto piglio. Bravo tra i bravi l’erede di Ramsess II, con  cresta guerriera, autore d’un secondo grande gol.
Ora, se il cammino della Juve s’è complicato quello dl Milan s’è semplificato. Nel girone – Juve quelli in testa hanno già 4 punti e sarà ora molto importante ( per i bianconeri) battere il Chealsea in casa e vincere le due con i Danesi. Nel girone-Milan, invece, i rossoneri salgono a quattro e con un’altra vittoria ( col Malaga) e due pareggi sarebbero a posto. Come vuole ‘mamma statistica’.

 ALTRE BRICIOLE DI CRONACA. Prima serata del secondo turno. Da uno zapping all’altro. Chealsea a forza quattro, anche se i danesi crollano solo nel finale. Grazie a Van Persie lo United passa ( dopo essere stato in svantaggio) a Cluj. Uno storico Bate prende a schiaffi i ‘favoriti’ del Bayern e vola in cima alla classifica provvisoria del girone. Messi e il Barca domano il Benfica, che verso i cugini spagnoli devono avere più complessi che noi nei confronti dell’intera Europa, mentre Puyol cadendo si frattura un braccio. Lo Spartak Mosca crolla e il Celtic ( inaspettatamente) sorpassa al 90′. Novità? La batosta Bayern. Anche qui i soldi non risolvono tutto.

Seconda serata del secondo turno. Beh, qui, le ‘sorpresone‘ non sono mancate. Godiamocele. Il City dello sceicco, spendaccione e non controllato ( come era annuciato) dal latitante fair play finanziario ancora di là da avvenire, deve avere capito ( una volta di più) che il sangue nobile non si acquista sulle bancarelle. Stavolta l’ha salvato in extremis ( e su rigore) quel mattacchione del Balo ( 1-1), che ‘staltra volta chissà dove sarà con la testa.

Il Real ( 1-4) ha asfaltato (tra una polemica e l’altra) grazie a Ronaldo ( tripletta) l’Aiax, nobile decaduta. E’ ricomparso perfino Kakà, tramite un ripescaggio clamoroso dopo le baruffe del Mou con mezzo spogliatoio. Ozil, il fenomeno turco-germano, ora ‘ripiegato’ come una bandiera sconfitta, s’è visto solo dal 28′ del secondo tempo a sostituzione di Ricardino.
Il Psg di Ancelotti, messo assieme come un album delle figurine, ha saputo trasformare in fenomeno un certo Rodriguez del Porto. E ha finito così con l’inchinarsi ( 1-0) agli avversari. Solito bluff dell’Ibra ex rossonero, o meglio ex tutto, e nuovo ko del Pocho Lavezzi, dopo soli 8′ dall’ingresso in campo. Nel derby tra le Dinamo ha vinto ( invece) quella di Kiev ( 2-0). Almeno lei, in santa pace.

L’EUROPA LEAGUE. Trasferta ‘facile‘ ( 1-3) dei nerazzurri a Baku ( contro il Neftci) con Zanetti ( 39 anni) rimasto a casa con Milito e altri big ( riservati per il derby) ; Napoli con Vargas è andato invece a Eindhoven contro il Psv per beccarsi un ( esagerato) 3-0; la Lazio ( senza Klose) ce l’ha fatta contro il Maribor ( 1-0). L’Udinese, inoltre, con Totò tornato giovane, è andata ad espugnare l’Anfield ( 2-3). Bottino non male! I cieli d’Europa tornano a rivedere squarci d’azzurro. Preziosissimi. Da tenere presente infatti che i punti in Europa League valgono oro per il ranking Uefa.

II TURNO DI CHAMPIONS LEAGUE.

GRUPPO A. Dinamo Kiev – Dinamo Z. 2-0; Porto-Psg 1-0. Classifica: Porto punti 6, Psg 3, Dinamo Kiev 3, Dinamo Zagabria 0.
GRUPPO B. Schalke04-Montpellier 2-2; Arsenal-Olimpiacos P 3-1. Classifica: Arsenal punti 6, Schalke 4,Montpellier 1, Olympiacos 0.
GRUPPO C. Anderlecht-Malaga 0-3 ; Zenit-Milan 2-3 (ore 18). Classifica: Malaga, punti 6; Milan 4 ; Anderlecht 1, Zenit o.
GRUPPO D. Manchester City-Borussia D. 1-1, Aiax-Real Madrid 1-4. Cassifica: Real Madrid punti 6, Borussia D. 4, Manchester City 1, Aiax o.

GRUPPO E. Juventus-Shakhtar D. 1-1; Nordsjaelland-Chealsea 0-4. Classifica: Chealsea e Shakhtar punti 4, Live 2, Nordsjaelland o.
GRUPPO F. Valencia-Lille 2-0; Bate Barisov-Bayern 3-1. Classifica: Bate Barisov punti 6, Valencia e Bayern 3, Lilla 0.
GRUPPO G. Benfica-Barcellona 0-2; Spartak Mosca-Celtic 2-3. Classifica: Barca punti 6, Celtic 4, Benfica 1, Spartak o.
GRUPPO H. Ckuy-Manchester United 1-2; Galatasaray-Braga 0-2. Classifica: Manchester U. punti 6, Cluj e Braga 3, Galatasaray 0.
LE NOSTRE NEL TERZO TURNO. Juventus con il Nordsjaelland ( in Danimarca); Milan dal Malaga ( in Spagna).

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...