Emilia Romagna. Su Report il ‘ fenomeno’ dei rimborsi spese. Con ‘cifre’ da lasciare allibiti.

Emilia Romagna. Su Report il ‘ fenomeno’ dei rimborsi spese. Con ‘cifre’ da lasciare allibiti.
Report rai 3

I RIMBORSI SPESE. Puntata di Report ( del  7 ottobre) sul fenomeno ( assi diffuso) dei rimborsi spese. L’inchiesta di Report intitolata Caro Segretario, a cura di Emanuele Bellano, ‘racconta‘ come questa figura obbligatoria in tutti gli enti comunali rappresenti spesso un costo spropositato per le casse pubbliche con retribuzioni dalle cifre ben più elevate di quelle di dirigenti e degli stessi organi politici. Insomma, quasi una vera e propria casta nella casta. Un esempio è stato prelevato, non a caso, da Camugnano, cittadina di appena duemila anime in provincia di Bologna in cui il segretario comunale, tra stipendio base, indennità e rimborsi, è arrivato a percepire qualcosa come 110 mila euro all’anno; altro  caso-limite è balzato fuori in quel di  Como, dove addirittura il segretario comunale ha dichiarato 234 mila euro annui. Cifre notevoli. Tutte da verificare. E che comunque  un Paese con il debito pubblico tra i più alti d’Europa non può certo (più) permettersi.

I DUE COMUNI. Castel di Casio e Camugnano sono due piccoli centri sull’Appennino bolognese, distanti poco più di 10 chilometri uno dall’altro. Hanno lo stesso prefisso telefonico e per effetto di una convenzione firmata nel settembre del 2009 hanno anche lo stesso segretario comunale. Una soluzione abbastanza diffusa nei piccoli paesi, adottata con l’intenzione di dare una sforbiciata alle spese. A Camugnano però, secondo il consigliere regionale Andrea De Franceschi, ha avuto l’effetto contrario e si è trasformata in un pretesto per accedere a rimborsi gonfiati. Il segretario comunale che ha ricevuto l’incarico si chiama Giorgio Cigna. Divide la settimana lavorando 3 giorni a Camugnano e 2 a Castel di Casio. Il dirigente però non riceve solo il rimborso del viaggio tra un comune a l’altro, ma anche quello del tragitto casa lavoro. Che, abitando a Forlì, in 18 mesi ha superato i 23 mila euro. Da qui l’esposto in procura e la denuncia del consigliere regionale: “Il caso è semplice nella sua gravità – spiega De Franceschi, capogruppo del Movimento 5 Stelle – La legge dice chiaramente che lui ha diritto alle spese di viaggio tra i due comini, ma esclude categoricamente che possa venir rimborsato per il percorso dalla residenza alla sede di lavoro. È assurdo che da gennaio 2010 a luglio 2011 abbia intascato, mediamente, oltre 1200 euro al mese solo per benzina e pedaggi autostradali.”.

Della questione ora se ne occuperà la procura di Bologna. Oltre che a depositare un’interrogazione regionale, l’esponente del Movimento ha fatto un esposto ai carabinieri di Camugnano. “Non capisco se si tratti di distrazione o malafede – ha commentato – tuttavia è un grosso danno e quindi m’è sembrato opportuno segnalarlo”.
Calcolatrice alla mano, il comune di Camugnano avrebbe speso 7 mila euro di rimborsi spesa annui, compresi quelli per lo spostamento da casa all’ufficio. “Sarebbe bastata – ha rimarcato De Franceschi – una telefonata a uno dei vicini comuni di Monzuno, Castiglione dei Pepoli, San
Benedetto Val di Sambro. Anche loro sono convenzionati per il servizio di segreteria, ma spendono di rimborsi circa 260 euro al mese. Alla magistratura il compito di chiarire se ci sia dolo o grave incapacità degli amministratori”.
Contattato al telefono, invece, il segretario Cigna  non ha voluto entrare nel merito delle accuse “per non dare il via a inutili polemiche e discussioni”.  Si è limitato a citare a sua discolpa un parere della Corte dei Conti: “Tempo fa la Corte ha ammesso l’assegnazione di questo tipo di rimborsi ai segretari comunali. E comunque –  ha concluso – ci penserà la Procura a fare chiarezza sulla vicenda”.

Fin qui l’accaduto, ora al vaglio ( come detto) della Magistratura. A quanto pare nessuna legge prevede che in uno stipendio siano previsti rimborsi chilometrici per raggiungere il luogo di lavoro ( i due Comuni). E tanto meno  dei diritti di segreteria per gli atti che un soggetto interessato stipula e firma per conto del Comune e quindi, da pagare, con i soldi dei cittadini.

LA NOTIZIA. Notizia  tratta da Il fatto quotidiano – Emilia Romagna ( Giulia Zaccariello, Camugnano – Bologna -| del 25 novembre 2011).

IL CURRICULUM DI G IO R G IO C IG N A. 

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE & DATI PERSONALI: Nome: Giorgio; Cognome: C I G N A; Luogo di nascita: Napoli; Data di nascita: 30/07/57. Qualifica: Segretario Comunale. Fax Ufficio: 053446827. Telefono: 053441717. Sito Web www.comune.camugnano.bo.it. E-mail segretario@comune.camugnano.bo.it
FORMAZIONE CULTURALE: Laurea in Giurisprudenza con voti 110/110- Idoneità all’esercizio della professione di Procuratore legale ed attualmente di avvocato- Pratica notarile e corso notarile presso la scuola Capozzi di Napoli
FORMAZIONE PROFESSIONALE: Segretario generale in servizio dal 02/05/1984: iscritto nella fascia professionale A, con idoneità a ricoprire segreteria generali, comunali  e provinciali di comuni e province di classe I A e comunque superiori ai 250.000 abitanti; Titolare della Segreteria Convenzionata dei Comuni di Camugnano e Castel di Casio dal 4/1/2010; Titolare delle Segreteria del Comune di Fano I B dal 5/12/05; Titolare della Segreteria del Comune di Cesena I B, dal 25/10/2001 al 17/10/2004 previa reggenza del medesimo ente dal 18/7/2001;

TALUNI E PARTICOLARI INCARICHI SVOLTI PRESSO SEGRETERIE COMUNALI. Comune di Fano: Dirigente del Settore Segreteria Generale-Elettorale; Incaricato dal 1/6/2006 al 30/6/2006 della Dirigenza del Settore IV Servizi Demografici; Incaricato dal 1/10/2006 al 31/12/2007 della Dirigenza del Settore II Servizi Interni e Demografici costituito da Anagrafe, Stato Civile, Decentramento, Protocollo-Archivio, Contratti e Appalti; Comune di Cesena: Responsabile Ufficio Legale e Assicurazioni; Direttore dell’Associazione Intercomunale Cesena, Longiano, Montiano e Gambettola. Responsabile della gestione del registro comunale delle Associazioni di promozione sociale (Legge regionale n. 34/2002); Segreteria di Portomaggiore (Fe 1 b): Supplenza a scavalco dal 17/01/200 al 22/02/2000; Segreteria di Alfonsine (II): Supplente e reggente a scavalco dal 13/09/1993 al 19/05/1994; Segreteria comunale di Brisighella: Supplente a scavalco dal 26/06/1995 al 31/07/1995; Reggente a scavalco dal 01/08/1995 al 18/02/1996; Comune di Argenta: Responsabile Servizio Controllo di Gestione; Comune di Galliera e Malalbergo: Responsabile Settore Polizia Municipale Segretario Comunale del Comune di Bertinoro dal 7/9/2001 al 24/10/2001 e reggenza del medesimo ente dal 25/10/2001 al 28/2/2002; Segretario generale della segreteria convenzionata di classe II dei Comuni di Malalbergo e Galliera (Bo) con decorrenza 26/04/2000, e fino al 30/06/2001; Segretario generale della segreteria comunale di Argenta (Fe) dal 01/10/1998 al 10/10/1999; Segretario comunale capo del Comune di Cotignola (Ra) dal 26/8/1991 al 30/09/1998.

PARTECIPAZIONE A CONVEGNI. Nella qualità di relatore: Convegno organizzato dall’ANCI a Cesena sui servizi pubblici; Convegno organizzato dalla Scuola delle Autonomie Locali presso la CCIIAA di Forlì sulla legge Merloni nella qualità di coordinatore e relatore; Convegno organizzato dall’ANCI a Bologna sul D.L. n. 101/95 in materia di lavori pubblici; Master in City Management organizzato dall’associazione CITY  MANAGEMENT – ANCI TOSCANA E CISPEL in FIRENZE per il periodo aprile/giugno 1999 m particolare per la giornata del 21/05/19 ’Testimonianze“.

INCARICHI COME COMPONENTE COMMISSARIO CALER (Confederazione Autonomie Locali Emilia Romagna): ‘Innovazione amministrativa’. ‘Gestione Servizi Pubblici Locali’e ‘Semplificazione dell’azione amministrativa’.
COMPONENTE COMITATO DI COORDINAMENTO per l’attuazione del progetto di formazione. Dirigenza degli Enti Locali previsto dalla Legge Bassanini: Comitato costituito da ANCI, UPI e rappresentanza SEGRETARI COMUNALI.

PUBBLICAZIONI: Omissioni rifiuto ritardo atti d’ufficio: in particolare il bene tutelato agli atti dell’ufficio, Maggioli anno 1986; Omissioni rifiuto ritardo di atti d’ufficio: in particolare il dolo e la rilevanza dell’errore, edizione Maggioli anno 1987; Interesse privato in atti d’ufficio.Art.24 C.P., edizione Maggioli 1988; Il delitto del peculato.Art.314 C.P., edizione Maggioli 1989; Abrogazione espressa e tacita: difficoltà interpretative, edizione Maggioli 1987; Sull’ammissibilità della revocabilità delle dimissioni presentate da Assessori e/o Consiglieri, edizioni ANCI – Notiziario marzo 1992; La scelta imprenditoriale nella gestione dei servizi pubblici: problematiche e confronti, edizioni Sapignoli, edizione ANCI – Notiziario giugno 1992
DOCENZE. Docente per PE.C.A.P., Agenzia formativa di Forlì e Cesena, della Camera del Lavoro. Docente per ANUSCA anno 2003 – 2004
RETRIBUZIONE ANNUA LORDA RISULTANTE DAL CONTRATTO INDIVIDUALE SEGRETARIO DOTT. GIORGIO CIGNA
ANNO 2011 stipendio tabellare posizione parte fissa posizione parte variabile retribuzione di risultato altro
TOTALE ANNUO LORDO: 39.979,29  21.781,93  25.752,08 ** 87.513,30

IL TOTALE DELLA RETRIBUZIONE LORDA E’ RIPARTITO TRA I COMUNI DI CAMUGNANO E CASTEL DI CASIO COME SEGUE: CAMUGNANO 60%, CASTEL DI CASIO 40% ** AGGIORNATO CON IL PAGATO 2010 (MAGGIORAZIONE, DIRITTI SEGRETERIA, AD PERSONAM E R.I.A.)

 

 

Vale

 

Ti potrebbe interessare anche...