Emilia Romagna. Terremoto: incontro tra Regione e sindacati.

Emilia Romagna. Terremoto: incontro tra Regione e sindacati.
Regione Emilia Romagna, foto di repertorio

EMILIA ROMAGNA. Incontro nei giorni scorsi  in viale Aldo Moro a Bologna, tra la Regione Emilia-Romagna ed i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil per fare il punto sul terremoto, ed in particolare sulle tematiche della ricostruzione e della tassazione.

VIA DALL’EMERGENZA. Il sottosegretario Alfredo Bertelli e l’assessore alle Attività produttive, Gian Carlo Muzzarelli e i sindacati hanno condiviso l’importanza di uscire dall’emergenza e ricostruire presto e bene, dando ai cittadini, a partire proprio dalla tassazione, le risposte che aspettano.
«L’esecutivo nazionale – hanno detto Muzzarelli e Bertelli – deve assicurare totale attenzione alla ripresa di un territorio che ha dato tanto al paese, assicurando imprese e lavoro di qualità. E’ positivo quanto sinora emerso, con il provvedimento per assicurare alle imprese le somme necessarie al pagamento delle tasse dopo il giugno 2013 (seppur con un passaggio non lineare), e con l’emendamento, proposto dalla Regione ed assunto nel decreto, per trattenute Irpef sulle buste paga non superiori al quinto dello stipendio».
Sintonia tra Regione e sindacati sull’assoluta necessità di evitare l’azzeramento della busta paga, trovando le migliori forme di rateizzazione dell’Irpef che consentano ai cittadini di respirare e non essere colpiti in un momento in cui ogni sforzo, anche economico, va dedicato alla situazione dei lavoratori colpiti dal sisma ed alla ricostruzione. Su questi temi, i sindacati hanno espresso la loro disponibilità alla piena collaborazione.

Ti potrebbe interessare anche...