Un week end con Derby d’Italia e Gp F1 di Abu Dhabi. Due trilling sotto gli occhi dl Mondo.

Un week end con Derby d’Italia e Gp F1 di Abu Dhabi. Due trilling sotto gli occhi dl Mondo.
Derby d'Italia

LA CRONACA DAL DIVANO. Il ‘divanista’, questo fine settimana, ha due ‘patemi‘. Il primo è quello di non perdersi il ‘derby d’Italia‘; il secondo, di avere biuone nuove dal Gp di Abu Dhabi.

IL DERBY D’ITALIA. Non tutti concordano sulla dizione: i milanisti, ad esempio, sostengono che per essere ‘ derby’ e ( soprattutto)  d’Italia, dovrebbe vedere di fronte che più ha vinto, quasi, come in uno di quegli spareggi in cui decidere chi, effettivamente, è il migliore.
Comunque, che sia stato Gianni Brera o qualche altro a tirarlo fuori per la prima volta, ma la dizione ha attecchito  e, sabato sera, il ‘derby d’Italia sarà ( solo ed esclusivamente ) quello tra Inter ( 18 scudetti) e Juventus ( 29 o 30 scudetti). Più 5 Champions.

Inoltre, questa volta,  a decidersi sarà lo scudetto 2012/2013, mica una cosa da poco, visti ( anche) gli arretrati di polemiche, gossip, classifiche e statistica da ripassare, rivedere, correggere.

LE CIFRE DEL DERBY. A sparare ‘numeri’ ci ha pensato ( come sempre al meglio in questi casi) la bella ‘rosea’. Intanto, le cifre sul risanamento societario che invece di rappresentare un merito da sbandierare in tutta Europa per i ( soliti esterofili) è ( viceversa)  il segno della nostra ( rapidissima  e ormai certa) decadenza.

La Juve ha marcato 48 milioni di passivo, l’Inter 78. Non pochi, ma in netto calo rispetto al passato. La Juve, ad esempio, con questo trend e ( una buona)  Champions, può andare ( con il prossimo Bilancio)  in pareggio ( o meglio ancora). Entrambe hanno ridotto il monte stipendi: 115 per i bianconeri, 100 per i nerazzurri. In ogni caso i giocatori che scenderanno in campo sabato sera ( ore 20,45) valgono 503 milioni di euro ( cifra per difetto). Niente male nonostante l’assenza di nauseabondi petrodollari e dei mirabolanti stadi inglesi.

Vero è che al derby assisterà mezzo Pianeta. Inoltre, le Roi, nell’attesa di farci vedere se il suo fair play sia una pagliacciata o meno, s’è espresso su Pirlo ” Può vincere il Pallone d’oro!”. Che scoperta. Pirlo, nell’anno scorso, ha portato i bianconeri ad un ( insperato) scudetto e l’Italia in finale agli Europei. Quest’anno si sta ripetendo, portando l’Italia ai Mondiale in Brasile. Non risulta che abbia atto altrettanto Messi ( nessun titolo vinto), Ronaldo ( solo Liga) e Xavi Alonso ( solo  finale dell’ Europeo).

I GIOVANI DEL DERBY. Un altro vanto dell’inesauribile ‘fantasia’ italia è la scoperta di giovani talenti. Si è sempre detto che l’Italia non scopre giovani, se ( i soliti) fossero stati zitti ( anche questa volta) si sarebbero risparmiati una figuraccia. Perchè l’Italia sta esprimendo una Under 21 ( forse) mai vista; e talenti, bianco-nero-azzurri che già fanno invidia agli spendaccioni di Inghilterra, Spagna, Russia.

Per la Juve: Bonucci, Vidal, Asamoah, Marchisio e Podgba. Per l’Inter: ( oltre a Strama) Handanovic, Ranocchia, Juan Jesus, Palacio, Guarin. Per citarne solo alcuni. E visto che ci siamo, la ‘bella festa‘ allo Juventus Stadium ( oramai tra le bomboniere più calorose del mondo) dovrebbe completarsi con il ‘disgelo’ tra i presidenti delle due società. Due telefonate, un invito. ” Basta polemiche. Presidente Moratti, venga a vedere la sua squadra a Torino”.
Fossimo noi ci andremmo, anche per farci dare i ‘disegni‘ sul come fare ( anche senza Legge sugli stadi) un nuovo impianto ( che non sia San Siro)  da consacrare alla inveterata passione calcistica nerazzurra.

LE FORMAZIONI. Juventus: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah, Giovinco, Vucinic; Internazionale Milano: Handanovic, Juan Jesus, Samuel, Ranocchia, Nagatomo, Cambiasso, Guarin, Zanetti, Cassano, Milito, Palacio.

CLASSIFICA. Juve punti 28; Inter, 24;  Napoli, 22; Lazio, 19; Fiorentina,18 ; Parma,15; Roma,14; Cagliari,14; Udinese,13; Catania, 12; Atalanta (-2),12; Milan, 11; Sampdoria(-1) 10; Torino (-1), 10; Chievo,10; Genoa, 9*; Pescara e Palermo, 8; Bologna, 7; Siena (-6), 3.

PROSSIMA GIORNATA ( 11a) ( sabato 3 novembre) ( ore 18) Milan-Chievo e Juventus-Inter ( ore 20,45); ( domenica 4, ore 12,30) Pescara-Parma; ( ore 15) Bologna-Udinese, Catania-Lazio, Fiorentina-Cagliari, Napoli-Torino, Samp-Atalanta, Siena –Genoa; ( ore 20,45) Roma-Palermo.

MARCATORI. El Shaarawy ( Milan) , 7 reti; Klose ( Lazio) e Cavani ( Napoli), 6 ; Jovetic ( Fiorentina) e Gilardino ( Genoa), 5.

+++

IL GP ABU DHABI F1. Guerra di nervi tra Ferrari e Red Bul, tra Alonso e Vettel. Qualcuno cederà? E’ tutto da vedere, mentre nelle prime libere già i ‘mostri‘ si sono fatti sotto. Alonso è rimasto attardato ma ( come suo solito) non drammatizza.

Anzi, provoca il giovane rivale tedesco. ” Il più forte ? ” domanda, con risposta ” Ma è Hamilton”. L’inglese, felice dell’apprezzamento, non ricambia ” La Ferrari è ottima, ma le Red Bull sono più veloci”. Schermaglie degne d’una finale olimpica di sciabola ( più che di fioretto).

LA CLASSIFICA MONDIALE F1. ( Piloti) Vettel ( Ger-Red Bull), punti 240; Alonso ( Spa-Ferrari), 227; Raikkonen ( Fin-Lotus), 173. Alla fine del mondiale mancano tre gare: Abu Dhabi ( domenica), Gp Stati Uniti ( Austin, 18 novembre) e Gp Brasile ( Interlagos,25 novembre).

Ti potrebbe interessare anche...