Emilia Romagna. Meno costi di gestione per mantenere i servizi, i dati di Forlì-Cesena.

Emilia Romagna. Meno costi di gestione per mantenere i servizi, i dati di Forlì-Cesena.
calcoli... immagine di repertorio

FORLI’-CESENA. La Provincia di Forlì-Cesena persegue ormai da molti anni l’obiettivo di razionalizzazione e snellimento delle proprie strutture burocratico-amministrative con la prioritaria finalità di ridurre la spesa di personale e, nello specifico, quella per le posizioni dirigenziali. E’ ora possibile fare delle proiezioni a fine 2012 degli esiti di queste politiche.

PROIEZIONE DEI RISULTATI A FINE 2012.
Dirigenza. Soltanto nell’ultimo quinquennio il numero dei dirigenti è passato dai 16 del 2007 (nel 1997 erano 23) ai 10 del 2012 con una riduzione del 37,5%, che salirà nel 2013 al 43,75% a seguito della cessazione di un altro dirigente. Questa incisiva e costante azione di riorganizzazione ha consentito di abbattere la spesa per le posizioni dirigenziali da 1.976.796 euro nel 2007 a 1.390.440 euro nel 2012, con una diminuzione di circa il 30% che si prevede di portare nel 2013 fino al 36,41% per una spesa di 1.257.087 euro. Particolarmente significativi si sono rivelati gli interventi per la riduzione del fondo per la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti che da 604.668.81 euro nel 2009/2010 è passato a 500.564 euro nel 2012 con un decremento pari ad oltre il 17% che arriverà fino al 24% nel 2013 a fronte di una spesa prevista pari a 460.000 circa. La considerevole riduzione del fondo è il frutto dell’applicazione combinata sia di norme di legge (D.L. n. 78/2010) sia di provvedimenti adottati discrezionalmente dalla Giunta Provinciale quali la mancata conferma di voci facoltative e l’introduzione di nuove regole per la determinazione dei premi annuali.

Personale. Per quanto concerne il personale le misure di contenimento adottate hanno permesso di abbassare la spesa di personale da 20.532.160 euro nel 2009 a 19.406.900 euro nel 2012, con una riduzione percentuale dal 2009 a oggi pari al 5,4%. I dipendenti in servizio alla fine del 2012 saranno 459 contro i 487 del 2010, con una riduzione del 5,7%.

MENO COSTI DI GESTIONE PER MANTENERE I SERVIZI. A margine di questi dati, commentano il presidente della Provincia di Forlì-Cesena Massimo Bulbi e l’assessore all’Organizzazione e controllo Maurizio Brunelli: “Questa riduzione di spesa sta ad indicare prima di tutto che l’obiettivo della razionalizzazione dei costi della struttura amministrativa era una delle priorità di quest’Amministrazione, perseguita con efficacia ben prima dell’arrivo della scure della Spending Review. Proprio il contenimento dei costi di gestione, attuato con vari e incisivi provvedimenti (riorganizzazione dei servizi, accorpamento delle figure di segretario generale e direttore generale etc.) ha consentito con la sua gradualità di mantenere continuativamente elevato il livello dei servizi dell’ente. Questo trend, infine, consentirà alla Provincia di Forlì-Cesena di affrontare i pesanti tagli ai trasferimenti previsti dalla Spending Review, che per l’ente consistono in una riduzione di 1,8 milioni nel 2012 e di 4,3 milioni nel 2013”.

Ti potrebbe interessare anche...