Acqua: messaggi ingannevoli da parte di alcune società. Hera mette in guardia.

Acqua: messaggi ingannevoli da parte di alcune società. Hera mette in guardia.
Acqua, foto di repertorio

FORLI’-CESENA.  Hera desidera mettere in guardia i propri clienti in merito a messaggi scorretti ed ingannevoli di alcune società commerciali che vendono acqua in luoghi ed esercizi pubblici utilizzando messaggi che potrebbero alludere ad una presunta non salubrità dell’acqua di acquedotto, che necessiterebbe pertanto di trattamenti ulteriori rispetto a quelli già effettuati dai gestori.

Così la comunciazione di Hera:

L’acqua venduta da queste società, in realtà è acqua di acquedotto, che subisce processi che nulla hanno a che vedere con la potabilizzazione; peraltro parlare di processo di ‘debatterizzazione e microfiltratura’ lascia intendere che l’acqua di acquedotto non sia potabile.
Inoltre, la rivendita dell’acqua pubblica erogata dal gestore (Hera) è espressamente vietata dall’articolo 5 del Regolamento del Servizio Idrico Integrato, approvato da Ato 8 Forlì-Cesena (ora Atersir) nel 2008.

L’acqua di rete è sicura

Hera gestisce il sistema idrico garantendo ai propri clienti un’acqua buona da bere e sicura, perché rispetta i requisiti normativi, con una sorveglianza costante realizzata attraverso la pianificazione di controlli mirati su tutta la filiera di produzione dell’acqua potabile, che va dalle fonti di approvvigionamento alla distribuzione.

L’accertamento della qualità dell’acqua prelevata e distribuita comporta un’attività di monitoraggio e controllo che viene effettuata secondo modalità definite a livello di Gruppo e applicate da ogni singola Struttura Operativa Territoriale.

I controlli sulla qualità delle acque destinate alla produzione di acqua potabile e al consumo umano sono regolati dal decreto legislativo 152/2006 e dal 31/2001 e vengono distinti in controlli interni, effettuati dal gestore del servizio idrico, e controlli esterni svolti dalle AUSL. Tali controlli vengono effettuati presso i punti di prelievo delle acque superficiali e sotterranee da destinare al consumo umano, presso gli impianti di adduzione, di accumulo e di potabilizzazione e presso le reti di distribuzione.
Inoltre, annualmente viene stilato il Piano di Controllo Analitico del Servizio Idrico Integrato, articolato nei Piani di Controllo dei singoli territori: tali documenti hanno l’obiettivo di garantire la conformità legislativa e assicurare un elevato standard qualitativo del prodotto.

Questi i numeri chiave sulla qualità dell’acqua potabile distribuita da Hera:

* 588 mila analisi effettuate da Hera, da Romagna Acque e dalle Aziende Usl per garantire la qualità dell’acqua;

* analisi conformi alla legge: 99,7%;

* concentrazioni medie rispetto ai limiti di legge: da -75% a -90%;

* nessuna deroga al rispetto dei limiti previsti dalla legge (D.Lgs. n. 31/2001 e n. 27/2002, attuativi della direttiva 98/83/CE), che prevedono che sulle acque a consumo umano vengano eseguiti due tipi di controllo analitico chimico-fisico e microbiologico:controlli interni, di responsabilità del Gestore e controlli esterni, effettuati dalle Aziende Usl.

L’acqua di rete è ecologica ed economica
Bere acqua del rubinetto è una scelta sicura, economicamente vantaggiosa e sostenibile.
Consumare acqua di rete, oltre ai vantaggi per l’ambiente (meno bottiglie di plastica e meno camion che le movimentano per le strade): ipotizzando un costo medio di 0,30 €/litro dell’acqua in bottiglia, si prevede un risparmio economico annuo medio di circa 300 euro per famiglia.

La pubblicazione on line dei dati

I dati di Hera sono consultabili anche sul sito del Gruppo all’indirizzo www.gruppohera.it/acqua, con la sezione “Tariffe chiare come l’acqua”; in più, recentemente la multiutility ha lanciato un vero e proprio “dossier” on line dedicato all’idrico ( www.gruppohera.it/gruppo/com_media/dossier_acqua ), con tanti articoli e approfondimenti su temi come i modelli di gestione in Italia e all’estero, la riforma delle ATO, le tariffe e il ciclo dell’acqua.

Inoltre annualmente viene pubblicato il report ‘In buone acque’, distribuito nelle scuole, ai principali pubblici di riferimento, presso gli sportelli Hera, disponibile anche sul web (http://www.gruppohera.it/gruppo/attivita_servizi/business_acqua/qualita/buone_acque/)

Ti potrebbe interessare anche...