Emilia Romagna. Rimini: ‘Il principe Amleto’ al Teatro Novelli, ispirato all’Amleto di Shakespeare.

Emilia Romagna. Rimini: ‘Il principe Amleto’ al Teatro Novelli, ispirato all’Amleto di Shakespeare.
Il Principe Amleto, foto di repertorio

RIMINI. Martedì 18 dicembre al Teatro Ermete Novelli di Rimini è di scena lo spettacolo “Il principe Amleto” di Danio Manfredini liberamente ispirato all’Amleto di William Shakespeare.

IL PRINCIPE AMLETO. Negli attimi finali della sua vita, il principe rivede i passaggi salienti della vicenda famigliare ed esistenziale che l’hanno condotto alla tragedia. La coscienza di Amleto si materializza sulla scena attraverso le immagini fantasmatiche che il teatro riesce a creare. I personaggi appaiono tutti con maschere per volto e si muovono in coreografie da marionette, tra le luci irreali e il buio della scatola nera. Sul palcoscenico della coscienza di Amleto ritornano le voci, e le musiche amplificano e traducono gli stati d’animo che ha attraversato nel corso della sua triste storia. Prendono vita quadri in movimento che a volte sono ricordo, sogno, fantasia, evento alterato dalla mente… Manfredini fornire una nuova interpretazione della tragedia e un nuovo modo di costruirne la dimensione teatrale che la rende contemporanea.

“Della vicenda del Principe soprattutto mi ha attratto il fatto che fosse un uomo di pensiero, di immaginazione e la teatralità del suo punto di vista. – dice il regista – Questa messa in scena è stata un’occasione per esplorare i livelli che utilizza la mente di fronte al tentativo di districarsi nella realtà: come ripensa alle cose, se le racconta, le deforma, le cambia e ricostruisce un tessuto soggettivo del rapporto con il mondo. Amleto ha una storia, e ogni uomo ne ha una, ma è come ci si rapporta alla propria storia quello che mi ha tenuto agganciato ad un testo scritto da secoli: il Principe fa dentro di sé un gran lavorio tra riflessioni e immaginazioni, congegna strategie e tattiche, soffre i suoi dubbi, patisce nel dolore e nella solitudine dell’isolamento. Sono questi gli elementi che mi hanno avvicinato il testo di Shakespeare e reso contemporaneo.”

Ti potrebbe interessare anche...