Cesena. Bilancio 2013: l’approvazione slitta a fine febbraio. Si allungano i tempi.

Cesena. Bilancio 2013: l’approvazione slitta a fine febbraio. Si allungano i tempi.
Cesena

CESENA. Bilancio 2013: l’approvazione slitta a fine febbraio. Si allungano ulteriormente i tempi per il bilancio 2013 del Comune di Cesena: la sua approvazione in Consiglio comunale, inizialmente prevista entro la prima metà di febbraio, non avverrà prima della fine di quello stesso mese. A comunicarlo il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco Carlo Battistini con una lettera inviata questa mattina ai capigruppo consiliari. Comunicazioni analoghe sono state inviate alle associazioni di categoria e alle organizzazioni sindacali, con le quali è già stato avviato il confronto per la predisposizione del bilancio. A indurre l’Amministrazione di Cesena a modificare la tabella di marcia sono state le novità per gli enti locali (e le loro previsioni di entrate) introdotte con il maxi emendamento alla Legge di stabilità approvata dal Senato e la necessità di studiarne le ripercussioni per il Comune di Cesena.

Di seguito il testo della lettera inviata ai capigruppo

Il 20 novembre avevamo comunicato l’indirizzo assunto dall’Amministrazione di approvare il bilancio preventivo 2013 entro il prossimo febbraio, a causa della grave situazione di tagli stratificati previsti dalle ripetute manovre e di incertezze sulla approvazione della Legge di Stabilità.
Con la fiducia di ieri al Senato, la Legge ha visto l’inserimento del maxi emendamento che ha modificato in modo rilevante le previsioni delle entrate degli enti locali.
Confermiamo ancora la finalità di rimanere in esercizio provvisorio il meno a lungo possibile, consapevoli della situazione ancora problematica del Paese in questa crisi infinita, continuando il controllo stretto dei conti comunali e salvaguardando il più possibile i servizi fondamentali per i cittadini.
Quindi prevediamo l’approvazione in Consiglio Comunale del bilancio preventivo non nella prima metà, ma entro la fine di febbraio, per poter valutare compiutamente gli effetti delle norme approvate ieri al Senato che andranno prossimamente alla Camera per il voto finale.
Tutte le scadenze conseguenti per rispettare tale tempistica avranno luogo perciò, a partire da metà gennaio.
Con l’occasione inviamo i più cordiali saluti.

Ti potrebbe interessare anche...