Area Vasta Romagna. ‘Valutazione della qualità percepita nelle degenze degli ospedali’.

Area Vasta Romagna. ‘Valutazione della qualità percepita nelle degenze degli ospedali’.
Fiori in ospedale, foto di repertorio

ROMAGNA. Nell’ottica del miglioramento e della qualificazione continui del Sistema Sanitario, le Aziende USL dell’Area Vasta Romagna hanno attivato, già a partire dall’anno 2010, il progetto “Valutazione della qualità percepita nelle degenze degli ospedali della Romagna”. Tale progetto è mirato a rilevare la percezione che i pazienti ospedalieri hanno della qualità del servizio loro erogato e consiste nella somministrazione, a campioni di ricoverati, di un questionario predisposto dall’Area Comunità, Equità e Partecipazione della Regione Emilia-Romagna dell’Agenzia Sanitaria e Sociale regionale, in collaborazione con le Aziende sanitarie.

QUESTIONARIO. Il questionario chiede il riscontro dei pazienti sugli aspetti dell’attesa (in caso di ricovero programmato), dell’informazione e accoglienza (per quanto riguarda sia il personale sia la struttura), della cortesia e capacità di ascolto (del personale sia medico sia infermieristico), del rispetto della privacy, del trattamento del dolore, dei servizi “alberghieri” (ad esempio igiene degli ambienti, qualità del cibo…); inoltre al termine viene chiesto un giudizio complessivo rispetto a come il paziente ha vissuto l’”esperienza” del ricovero, anche in relazione alle aspettative che nutriva. Il questionario è anonimo (vengono però richiesti alcuni dati personali quali età, residenza, titolo di studio…) e viene consegnato al paziente, da personale sanitario o volontari appositamente formato, due-tre giorni prima della dimissione (in modo che possa esprimere un giudizio più compiuto). Il paziente lo compila da solo e poi lo riconsegna inserendolo in apposite “buchette” posizionate nel reparto. Il questionario è stato recentemente somministrato nei reparti di degenza afferenti al Dipartimento Internistico I e Chirurgico, in tutti gli ospedali dell’A.USL, completando così l’iniziativa che era già iniziata nel 2010. Attraverso le informazioni ottenute tramite questo progetto sarà possibile, per la Regione e-o per le Aziende sanitarie, indirizzare la propria programmazione dei servizi al fine di rispondere più puntualmente, laddove possibile, alle esigenze espresse dai pazienti, che dei servizi sono i destinatari.

Ti potrebbe interessare anche...