Rimini. Modalità e i criteri per l’accesso ai servizi comunali per l’infanzia.

Rimini. Modalità e i criteri per l’accesso ai servizi comunali per l’infanzia.
Asilo, foto di repertorio

RIMINI. Sono stati definiti dalla Giunta comunale le modalità e i criteri per l’accesso ai servizi comunali per l’infanzia e, in particolare, i punteggi che determineranno la formazione delle liste. Una revisione che viene condotta annualmente per tenere conto del concreto modificarsi delle condizioni di vita dei cittadini ed esser così maggiormente aderenti alle reali condizioni di bisogno delle famiglie.

Le iscrizioni per il prossimo anno scolastico inizieranno il 16 gennaio. Due le principali novità introdotte:

-          in attesa che venga approvata la nuova normativa nazionale relativa data per imminente non verranno assegnati punti per l’ISEE. Ciò al fine di rendere l’indicatore reale espressione delle effettive condizioni reddituali delle famiglie. L’anno precedente invece erano due i punti assegnati per i redditi fino a 18.075,99 euro e zero per i redditi superiori.

-          si incentiva l’utilizzo dei nidi aziendali per i lavoratori dipendenti le cui aziende abbiano attivato, direttamente od in convenzione, tali servizi.

ISCRIZIONI & ACCESSI. Per quanto riguarda l’accesso ai nidi, verranno formulate graduatorie distinte per ogni fascia di età (da 3 a 32 mesi). I genitori potranno indicare sul modulo di domanda da uno a cinque Nidi elencandoli in ordine di preferenza. In caso di non accettazione del Nido proposto dall’Ufficio Iscrizioni tra quelli indicati dai richiedenti, si decadrà dalla graduatoria. A partire dal 1 agosto, ai bambini in lista d’attesa, saranno offerti eventuali posti rimasti liberi e non indicati nella domanda. In questo caso il rifiuto  non costituirà motivo di decadenza dalla graduatoria.

L’iscrizione alla scuola comunale per l’infanzia è riservata ai bambini da 3 a 5 anni da compiersi nell’anno 2013. Potranno presentare domanda i bambini che compiranno i 3 anni di età entro il 30 aprile 2013. Per questi ultimi l’ammissione alla frequenza sarà possibile solo in presenza di disponibilità di posti, previo esaurimento delle liste di attesa dei bambini nati nell’anno 2010 e solo nelle sezioni “piccoli”.

I genitori potranno indicare sul modulo di domanda da una a quattro scuole elencandole in ordine di preferenza. In caso di non accettazione di una scuola richiesta, si decadrà dalla graduatoria. Non verranno offerte scuole non richieste.

Qualora nella scuola richiesta fossero disponibili posti sia nella sezione composta tutta da bambini di pari età, sia nella sezione mista, al momento dell’accettazione il genitore dovrà esprimere la propria scelta per la sezione di suo gradimento.

Ti potrebbe interessare anche...