Ravenna. Imposta di soggiorno: pubblicate le procedure da seguire.

Ravenna. Imposta di soggiorno: pubblicate le procedure da seguire.
Imposta di soggiorno, foto di repertorio

RAVENNA. Sono pubblicate nel sito di Ravenna Entrate http://ravennaentrate.racine.ra.it/ tutte le informazioni relative alle procedure da seguire, da parte dei gestori delle strutture ricettive, per incassare e versare al Comune gli introiti relativi all’imposta di soggiorno, in vigore dall’1 febbraio prossimo, sui pernottamenti dei propri clienti: nota informativa; regolamento; tariffe differenziate per tipologia di struttura; modulistica.

IMPOSTA DI SOGGIORNO. Nella nota informativa viene ribadita “in sede di prima applicazione del tributo” l’esenzione per i contratti o le prenotazioni sottoscritti e perfezionati da parte dei titolari delle strutture ricettive o di alloggio con tour operator, aziende o altri soggetti entro il 13 dicembre 2012, data di approvazione del regolamento dal Consiglio comunale. La documentazione relativa a questa fattispecie dovrà essere presentata a Ravenna Entrate entro il 28 febbraio 2013, per verifiche di idoneità.
Sono esenti dal pagamento dell’imposta:
· i soggetti con residenza anagrafica nel Comune di Ravenna;
· i minori fino al compimento del quattordicesimo anno di età;
· i soggetti che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio comunale, in ragione di un accompagnatore per paziente;
· il personale appartenente alla polizia di Stato e locale, alle altre forze armate, nonché al corpo nazionale dei vigili del fuoco o della Protezione Civile che soggiornano per esigenze di servizio;
· gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggi e turismo. L’esenzione si applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni venticinque partecipanti.

La modulistica, che rappresenta la distinta trimestrale relativa agli incassi, prevede oltre alla compilazione di campi identificativi della struttura, quella riguardante: il numero complessivo dei pernottamenti imponibili e quelli esentati; l’ammontare dell’introito. E’ prevista inoltre una sezione relativa alla segnalazione dei clienti delle strutture che si sono rifiutati di pagare.
Vengono presentate inoltre le tariffe differenziate a seconda della tipologia della struttura ricettiva: (allegato).

Ti potrebbe interessare anche...