Emilia Romagna. Un bando per sviluppare l’industria culturale e creativa.

Emilia Romagna. Un bando per sviluppare l’industria culturale e creativa.
libri, foto di repertorio

EMILIA ROMAGNA. Borse di ricerca, incentivi economici e servizi di consulenza ad alta specializzazione per persone interessate a sviluppare idee imprenditoriali nell’ambito delle industrie culturali e creative. La Regione Emilia-Romagna, attraverso il Consorzio Spinner 2013, offre un sistema di agevolazioni rivolto a chi, da solo o in gruppo, è interessato a partecipare a percorsi di crescita e qualificazione delle competenze nello sviluppo di idee innovative imprenditoriali nell’ambito delle industrie culturali e creative, purché caratterizzate da un significativo ricorso a tecnologie ad alta intensità di conoscenza.

“La cultura può essere il volano di una nuova idea di economia e di sviluppo, come stanno già a dimostrare esperienze significative in Europa e nel mondo – spiega l’assessore regionale alla Formazione e al Lavoro Patrizio Bianchi – l’industria e i servizi culturali-creativi vivono una fase di forte e continua espansione e trasformazione, e sono sempre più una risorsa competitiva importante. Anche i livelli di creatività si esprimono oggi anche in ragione del livello di tecnica e di formazione ricevuta, lo sviluppo non è figlio solo dell’intuizione o della fantasia, dobbiamo favorire l’innalzamento di tutti i livelli formativi”.

BANDO. Le idee, innovative ad alta intensità di conoscenza, dovranno trovare applicazione nei settori dei media e delle industrie culturali (cinema e audiovisivo, editoria, musica, trasmissioni radiotelevisive, videogiochi), dei servizi creativi (design, architettura e ingegneria, fotografia, informatica, pubblicità e comunicazione) e delle attività culturali e artistiche (attività creative, artistico e culturale, conservazione e fruizione del patrimonio storico).
Possono accedere al bando persone residenti o domiciliate in Emilia-Romagna occupate, inoccupate e disoccupate, in cassa integrazione o in mobilità, in particolare laureandi, laureati, dottorandi e dottori di ricerca, possessori di titoli di formazione post laurea e diplomati con pluriennale esperienza lavorativa di tipo tecnico e/o gestionale. La scadenza per presentare domanda è fissata al 31 gennaio.

Per assistenza alla compilazione della modulistica e alla presentazione della domanda è possibile fare riferimento agli sportelli dello Spinner Point. Maggiori informazioni si possono trovare sul sito www.spinner.it

Ti potrebbe interessare anche...