Forlì-Cesena. Donazione di due librerie ai Centri di Salute Mentale di Savignano e Cesena.

Forlì-Cesena. Donazione di due librerie ai Centri di Salute Mentale di Savignano e Cesena.
donazione CNA

FORLI’-CESENA. CNA Solidale Forlì-Cesena, in collaborazione con Cooperativa Sociale Tre Civette, dona due librerie e alcuni libri al Centro di Salute Mentale di Cesena e Savignano.

Prosegue, raggiungendo anche il Centro di Salute Mentale di Cesena e Savignano, “Passaparole”, il progetto promosso da CNA Solidale Forlì-Cesena – in collaborazione con la Cooperativa Tre Civette di Forlì – per promuovere la lettura in luoghi “inaspettati”. Infatti, dopo l’ospedale Bufalini di Cesena, l’ospedale Angioloni di San Piero in Bagno e l’ospedale Marconi di Cesenatico, CNA Solidale Forlì-Cesena ha deciso, quest’anno, di donare due librerie ed alcuni libri al Centro di Salute Mentale di Cesena e al Centro Diurno di Savignano.

LA CONSEGNA. La consegna ufficiale è avvenuta giovedì mattina nella sede di Savignano, alla presenza del Sindaco di Savignano Elena Battistini, il Direttore generale CNA Forlì-Cesena Franco Napolitano, il vicepresidente CNA Rubicone Roberto Nini, il Direttore del Centro di Salute Mentale di Cesena Roberto Bosio, il responsabile Marketing associativo CNA Est Romagna Stefano Rossi e il presidente della cooperativa Tre Civette Silvia Brecciaroli. Alla cerimonia di donazione hanno partecipato attivamente anche gli utenti del Centro di salute Mentale di Cesena e del Centro Diurno di Savignano, allestendo una merenda per l’occasione e cimentandosi nella lettura di testi elaborati nell’ambito dei percorsi di riabilitazione del Centro di Salute Mentale.

Così, dopo il day hospital oncoematologico presso l’ospedale Bufalini, la Medicina Interna dell’ospedale Angioloni e le Unità Operative di Medicina Interna e Medicina Riabilitativa dell’ospedale Marconi, “Passaparole” approda, quest’anno, con la donazione di due librerie ed alcuni libri, al Centro di Salute Mentale di Cesena e al Centro Diurno di Savignano. “Questa importante iniziativa – spiega il Dott. Roberto Bosio, direttore del Centro di Salute Mentale dell’Azienda Usl di Cesena – ci offre una ulteriore opportunità per dare continuità alle diverse attività riabilitative tese al miglioramento della qualità della vita e sviluppate negli ultimi anni a favore delle persone con disagio. Ciò in coerenza all’obiettivo di favorire l’integrazione sociale, avviando progetti in accordo con le scuole, i comuni e le associazioni di volontariato. Accanto ai tradizionali strumenti di intervento clinico e riabilitativo, infatti, anche la lettura può essere un’attività di promozione della salute, stimolando la vitalità delle persone attraverso i contatti con i libri e favorendo lo sviluppo di interessi e passioni, per conoscere e confrontarsi”.

“Il Centro di Salute Mentale di Savignano – spiega il Sindaco di Savignano Elena Battistini – è diventato una risorsa importante per il territorio, una opportunità in più. Non solo per le attività specialistiche che vi si svolgono ma per come si è relazionato in questi mesi con l’esterno. Questo non è il periodo della crisi ma un difficile momento storico che ci induce a fare rete, a stabilire delle relazioni per fare ciò che prima facevamo da soli”.

“Il progetto Passaparole – afferma Franco Napolitano, direttore generale di CNA Forlì-Cesena – testimonia il ruolo di CNA come grande forza sociale, che promuove iniziative e azioni a beneficio di tutta la comunità. Ricordiamo che CNA Forlì-Cesena è la più grande associazione di imprese della nostra provincia: con i suoi 13.800 imprenditrici e imprenditori, oltre ai 6.500 pensionati, è una realtà radicata profondamente nel nostro territorio. Il progetto è stato ideato da un’impresa nostra associata, la cooperativa Tre Civette, che si occupa anche della selezione dei libri”.

Passaparole” prevede la creazione di piccoli spazi di lettura in luoghi pubblici non adibiti a tale attività, quali, appunto, ospedali e altri luoghi di aggregazione in cui un buon libro può diventare il miglior compagno con cui passare il tempo. Il progetto vuole dare vita ad una vera e propria biblioteca collettiva e capillare, disseminata in alcuni punti chiave della provincia di Forlì-Cesena. CNA ha popolato i primi scaffali, ma l’obiettivo è che sempre più persone aderiscano all’iniziativa e donino i propri libri importanti, quelli che hanno lasciato in loro un segno, così da mettere in circolo il sapere e la bellezza delle parole, facendo crescere, per contagio, la voglia di leggere ed il numero di lettori.

Questa donazione – la quinta che CNA Solidale di Forlì-Cesena ha deciso di destinare all’azienda Usl di Cesena – rientra peraltro nella filosofia di sensibilizzazione alla lettura fin dalla prima infanzia, che l’Ausl di Cesena promuove da diversi anni, in collaborazione con i Pediatri di Libera Scelta, attraverso il progetto “Nati per Leggere”.

È possibile donare i propri libri al Progetto “Passaparole” consegnandoli agli uffici CNA di Savignano sul Rubicone, in via G. Garibaldi, 4, e di San Mauro Pascoli, in via XX Settembre, 75.
L’Azienda USL di Cesena ringrazia la CNA Solidale Forlì-Cesena e la Cooperativa Tre Civette di Forlì per la generosa donazione.

Ti potrebbe interessare anche...