Emilia Romagna. Nuovo carcere di Forlì: fine della prima parte dei lavori nel 2015.

Emilia Romagna. Nuovo carcere di Forlì: fine della prima parte dei lavori nel 2015.
detenuto, foto di repertorio

FORLI’. Dopo continui ritardi e contrattempi che hanno frenato i lavori per la realizzazione del nuovo carcere di Forlì, nei giorni scorsi il Ministero ha garantito che la prima parte dei lavori, ormai deliberati da diverso tempo, terminerà entro il 2015. “Mi auguro che i tempi possano essere davvero rispettati – afferma Marco Di Maio, candidato forlivese alla Camera dei Deputati – e vigileremo affinché l’impegno venga rispettato nei tempi che sono stati promessi”.

NUOVO CARCERE. La nuova sistemazione garantirebbe una rispetto più decoroso dei più basilari diritti dei detenuti, in accordo con gli standard imposti dalla Comunità Europea. “Alcune settimane fa – ricorda il 29enne forlivese – l’Unione Europea ha condannato l’Italia a risarcire alcuni detenuti per la situazione di degrado ed inciviltà in cui erano stati costretti per scontare la loro pena, di cui, va ricordato, la Costituzione sancisce una primaria funzione rieducativa”. Ciò significa che, ancora una volta, una questione fondamentale, quale è la disastrosa condizione in cui versano le carceri italiane, tra cui quella forlivese, risulta schiacciata dal peso insopportabile della burocrazia.

“Tale situazione offre lo spunto per una importante riflessione: occorre impegnarsi per snellire la burocrazia in materia di lavori pubblici – aggiunge Marco Di Maio -, intervento che consentirebbe, in tutti i settori, di favorire la possibilità di creare lavoro e dare fiato alle imprese, quanto mai in affanno in questo momento anche per la paralisi degli investimenti pubblici”.

Ti potrebbe interessare anche...