Emilia Romagna. Rimini: decreto ministeriale per la siccità della scorsa estate.

Emilia Romagna. Rimini: decreto ministeriale per la siccità della scorsa estate.
Siccità, foto di repertorio

RIMINI. Nei giorni scorsi, la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato il decreto ministeriale che riconosce l’eccezionalità della siccità della scorsa estate, che ha causato notevoli danni alle produzioni agricole del territorio provinciale riminese.

“La Provincia di Rimini, insieme all’Unione Comuni Valle del Marecchia – ha spiegato l’Assessore Provinciale all’Agricoltura, Juri Magrini – aveva trasmesso, lo scorso ottobre, alla Regione Emilia-Romagna la documentazione tecnica per la richiesta degli interventi previsti dal Fondo di solidarietà nazionale (decreto legislativo 102/2004) a favore delle aziende agricole che avevano subito danni alle produzioni (escluse quelle zootecniche) a seguito dell’andamento siccitoso dell’estate, per una stima complessiva di danni superiore agli 8 milioni di Euro”.

“Infatti, dopo le abbondanti nevicate dell’inverno 2012 – prosegue Magrini -, si sono registrate temperature quasi costantemente sopra la norma e scarsità di precipitazioni, che hanno causato, in particolare dalla seconda metà del mese di giugno (quando al regime di precipitazioni molto scarse si è sommata un’intensa ondata di caldo) e fino alla fine di agosto, ingenti danni alle produzioni agricole, soprattutto nelle aree collinari provinciali, dove non è possibile disporre di irrigazione; sopratutto alle colture portaseme, ai cereali primaverili/estivi (sorgo, mais), alleforaggere, alle colture industriali (girasole, pomodoro da industria) e ai vigneti”.

AIUTI ALLE IMPRESE AGRICOLE. La pubblicazione del decreto apre, di fatto, l’accesso al Fondo di solidarietà nazionale per aiutare le imprese agricole. Le domande di aiuto potranno essere presentate agli Enti territoriali competenti (Provincia di Rimini e Unione Comuni Valle del Marecchia) dalle imprese presenti sui territori colpiti, e delimitati dallo stesso decreto, entro 45 giorni dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (la scadenza è pertanto fissata per il 21 febbraio 2013). Le imprese agricole possono dare mandato ai Centri Autorizzati di Assistenza Agricola (CAA) per la presentazione delle domande che, preliminarmente, devono essere inserite in un apposito sistema informatico regionale. Il decreto legislativo 102/2004, per le domande ammesse al termine delle attività istruttorie, prevede l’erogazione di contributi in conto capitale, prestiti ad ammortamento quinquennale a tasso agevolato e agevolazioni previdenziali; è necessario, però, che il danno subito dalle produzioni dell’impresa agricola sia stato superiore al 30% della produzione lorda vendibile (PLV) media ordinaria aziendale, e sia comprovabile con documenti fiscali (fatture).

L’AREA. L’area delimitata riguarda il territorio collinare della provincia distribuita su 17 comuni. Di seguito vengono elencati per Ente territoriale competente:

•             Provincia di Rimini (Coriano, Gemmano, Misano, Montefiore, Monte Colombo, Montescudo, Mondaino, Morciano, Montegridolfo, Rimini, Saludecio, San Clemente, San Giovanni in Marignano);

•             Unione Comuni Valle del Marecchia (Poggio Berni, Santarcangelo, Torriana, Verucchio).

“L’invito mio e dell’Amministrazione Provinciale – conclude Magrini – è quello di rivolgersi ai Centri Autorizzati di Assistenza Agricola (CAA) per non perdere l’opportunità di presentare domanda d’aiuto entro i termini stabiliti, evidenziando, comunque, che al momento non è dato sapere l’entità che  tali aiuti statali potranno assumere, viste anche le difficoltà che il Paese e i conti pubblici stanno attraversando”.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito Ermes Agricoltura della Regione Emilia-Romagna:

http://www.ermesagricoltura.it/Sportello-dell-agricoltore/Aiuti-e-agevolazioni/Avversita-atmosferiche/Aiuti-compensativi/Avversita-atmosferiche-2012

 

Ti potrebbe interessare anche...