Emilia Romagna. Busti di Mussolini e Vittorio Emanuele a Cesenatico. Il sindaco difende la scelta.

Emilia Romagna. Busti di Mussolini e Vittorio Emanuele a Cesenatico. Il sindaco difende la scelta.
Benito-Mussolini-Ansa_h_partb (foto di repertorio)

CESENATICO. I busti di Mussolini e di Vittorio Emanuele III ritornano a Cesenatico? Sulla questione interviene il sindaco Buda:

“Abbiamo chiesto di riportare a Cesenatico i due busti (Vittorio Emanuele III e
Benito Mussolini) per avere due reperti storici relativi al nostro vecchio
ospedale. Stiamo individuando un luogo in cui raccontare la storia di
Cesenatico nel Novecento. Abbiamo tanto materiale soprattutto foto e quadri.
Tra questo materiale vi sono anche le immagini del vecchio ospedale ed ora
abbiamo anche i due busti che erano posti all’ingresso. Mi stupisco come
ancora qualcuno non riesca a guardare la propria storia libero da pregiudizi
ideologici e discuterne con la necessaria serenità. Altri amministratori di
sinistra della nostra Provincia si sono dimostrati più liberi di quelli che
oggi si stracciano le vesti. La Provincia di Forlì-Cesena ad esempio ha
elaborato un progetto europeo denominato “Architettura dei regimi totalitari”
patrocinato anche dal Comune di Forlì in cui si propone un percorso culturale
storico dedicato alla architettura del regime fascista in Romagna. Non mi
risulta che nessuno si sia scandalizzato davanti a questo progetto
pubblicizzato in numerosi luoghi pubblici. Domenica abbiamo celebrato la
“giornata della memoria” anche a Cesenatico con un momento estremamente
significativo a teatro ed è anche visitabile una mostra dedicata ai “Giusti in
tempi ingiusti” presso la galleria d’arte comunale patrocinata dal Comune di
Cesenatico ed inaugurata dal Sindaco stesso. Nessun consigliere
dell’opposizione è venuto ai due eventi. Reputo vergognoso l’atteggiamento di
chi strumentalizza questa vicenda mettendo anche in mezzo l’Olocausto, vicenda
tragica e vergognosa che Cesenatico ha doverosamente ricordato”.

Ti potrebbe interessare anche...