Forlì-Cesena. Gambettola: approvato il piano comunale di emergenza – protezione civile.

Forlì-Cesena. Gambettola: approvato il piano comunale di emergenza – protezione civile.
sicurezza, foto di repertorio

GAMBETTOLA (FC). Approvato il piano comunale di emergenza – protezione civile.
“Con l’approvazione all’unanimità del piano comunale di emergenza – protezione civile, in occasione del Consiglio Comunale di lunedì 28 gennaio, abbiamo compiuto un atto molto importante”.
“Non solo abbiamo adempiuto a quanto richiesto dalla legge n. 100 del 12 luglio 2012 ma, soprattutto, abbiamo adottato uno strumento che ci permette di affrontare l’emergenza con interventi tempestivi, organizzati e coordinati, dando risposte immediate alla popolazione. L’obiettivo è quello di salvaguardare la popolazione, il territorio, il sistema produttivo, ridurre al mimino i disagi, assicurando il coordinamento dei soccorsi, la funzionalità dei servizi essenziali, garantire la continuità amministrativa, il ripristino della viabilità e delle telecomunicazioni, oltre a fornire una continua informazione alla cittadinanza”.
“Un ringraziamento, non formale, va all’ufficio tecnico comunale che ha lavorato con competenza alla stesura del piano che, naturalmente, provvederà anche ad aggiornarlo periodicamente”.

IL PIANO. Il Piano è composto di 3 parti: 1^ parte – Organizzazione, 2^ parte – Scenari di rischio e 3^ parte – Allegati. Fornisce le linee di comportamento da seguire sia come prevenzione che durante l’emergenza, descrive le procedure da attuare in caso di emergenza e definisce compiti e responsabilità, prevede il coinvolgimento di tutti i soggetti pubblici che possono contribuire alla gestione dell’emergenza.
Il Sindaco è l’autorità comunale di protezione civile e deve assicurare, nell’ambito del proprio territorio, l’organizzazione, la direzione ed il coordinamento dei servizi di soccorso ed assistenza alla popolazione e gli interventi necessari a fronteggiare l’emergenza.
Per svolgere in maniera funzionale e coordinata tutte le funzioni assegnate, il Sindaco si avvale del Centro Operativo Comunale (C.O.C.), articolato secondo undici funzioni di supporto, ciascuna con a capo un proprio responsabile (individuati fra i capi settore e capi ufficio). I principali compiti del COC sono: l’aggiornamento dei dati e delle informazioni e la gestione delle operazioni di soccorso durante l’emergenza.
Il Centro Operativo Comunale si riunisce nella sala operativa (munita di apparecchiatura per le comunicazioni via radio) situata nell’edificio comunale di Via Garibaldi 6; in caso di inagibilità, la sede sostitutiva è individuata nel Palazzo Municipale di Piazza II Risorgimento e nei Magazzini Comunali di Via G. Marconi, questi ultimi costruiti con norme antisismiche.
Nel caso di eventi gravi che investono ampie aree, la gestione dell’emergenza viene coordinata a livello sovra comunale dalla Prefettura e/o dalla Regione. Nel caso di coordinamento da parte della Prefettura, il Centro di coordinamento di riferimento per il nostro Comune (COM) è situato a Cesena.
“Il Piano esamina 4 tipologie di rischio: quello geologico e di incendi boschivi sono pressoché trascurabili, quindi la maggiore attenzione è stata riservata al rischio sismico e a quello idrogeologico”.

Rischio Sismico
Il piano fa proprie le analisi sugli scenari di danno ipotizzabili a Gambettola a seguito di evento sismico, scenari evidenziati in un documento prodotto dal Dipartimento della Protezione Civile – Ufficio Servizio Sismico Nazionale.
“In funzione di ciò, sono state individuate 8 aree di raccolta in emergenza temporanea, dove la popolazione dovrà confluire al momento dell’allertamento o a seguito di importanti eventi calamitosi, al fine di evitare la confusione che la mancanza di indicazioni potrebbe inevitabilmente generare, pregiudicando la tempestività e l’efficacia dei soccorsi. In dette aree la popolazione riceverà una prima assistenza e verrà informata sul da farsi”.
Le aree individuate dal Piano sono:

1
Largo Don G. Sirolli (zona Bulgaria)
2
Piazza Martiri d’Ungheria e parcheggio stazione
3
Piazza Foro Boario

4
Via G. Marconi
5
Piazza Aldo Moro
6
Via Perticari (area produttiva I Maggio)
7
Piazzale della Resistenza
8
Piazza Togliatti
“Inoltre, sono state individuate e censite strutture pubbliche e private in grado di ospitare al coperto la popolazione. Una stima prodotta dall’ufficio tecnico indica che le scuole e le palestre di pertinenza possono ospitare fino a 1.400 persone. Alle strutture pubbliche possono aggiungersi, in caso di necessità, quelle private: cinema e strutture ricettive”.
“Infine, se fosse necessario allestire una tendopoli, le aree individuate sono i campi sportivi di via Curiel e di via dello Sport. Sono aree facilmente accessibili e dotate dei servizi essenziali (igienici, illuminazione …)”.

Rischio Idrogeologico
Per quanto riguarda il rischio idrogeologico sono state individuate le zone critiche da tenere monitorate in caso di eventi meteorologici di forte intensità. In particolare, i corsi d’acqua: Rigossa (all’altezza del ponte su via Pascucci e dei due sottopassi), Grillo Talpa e Gambettola.

Un aspetto particolarmente rilevante del Piano riguarda l’informazione ai cittadini.
“Nei prossimi giorni, il piano verrà integralmente pubblicato sul sito web del comune. Successivamente provvederemo ad avviare un’informazione capillare della cittadinanza con comunicazione specifiche, a partire dalla segnalazione delle aree di emergenza in cui recarsi in caso di evento calamitoso. Infine, stiamo valutando la possibilità di allestire postazioni, aggiornabili in tempo reale, e facilmente consultabili dai cittadini”.

Roberto Sanulli – Assessore ai Lavori Pubblici, Comune di Gambettola

Ti potrebbe interessare anche...