Presentata la F 138. Molte le migliorie. Un fantastico pilota. E ora vola, cavallino, vola.

Presentata la F 138. Molte le migliorie. Un fantastico pilota. E ora vola, cavallino, vola.
Nuova Ferrari

CRONACHE E STORIE DI SPORT. E’ di quelle storie, che non stancano mai. Sono ormai 60 anni ( o giù di lì) che la raccontano, eppure, anche al solo accenno, tornano a vibrare dentro.La storia di cui si dice, questa volta, è quella legata ad un cavallino che amava correre libero e veloce. Non importava dove. Se  in una arida steppa, o in una illimitata prateria, o in un verde parco urbano, o in un abbacinante deserto.
Quello era ( e resta) un cavallino che voleva ( e vuole) solo librarsi nell’aria come il vento. Naturalmente, oggi, lo conoscono tutti. In ogni angolo del Pianeta. Soprattutto quei bambini dove spazio e tempo impediscono loro di sognare. Non c’è infatti corsa che non si incornici attorno alla pista  di quel magico simbolo sventolato da bambini.

LA PRESENTAZIONE DELL’F138. Il breve letargo invernale s’è consumato, ed è stato tempo di ‘risvegliare‘ il cavallino, per prepararlo a nuovi voli nel vento. La cosa, questa volta, s’è ripetuta. Per la 59a volta. Con un piglio particolarmente mediatico, ma s’è ripetuta. E il nuovo cavallino è riapparso, lì, come per incanto, sul grande palco, in posizione appena adagiata, disponibile comunque a farsi ammirare prima di mettersi sulle gambe e scalpicciare via. I commenti? Tutti belli. Positivi. E del resto chi avrebbe il coraggio di trovare un difetto al cavallino che vola nel vento?
I DUE PILOTI. A cavalcarlo, ancora Fernando e Felipe. Il secondo un pò piccolo e anche paffuto, brasiliano di sangue italiano, che si è ripreso alla grande nella seconda parte dello scorso anno; il secondo, più alto e avvenente, da segni mediterranei nonostante arrivi dal nord della Spagna, capace di prestazioni spesso al limite del miracolo. Se c’è uno che merita il titolo di migliore del mondo ( nonostante il rispetto per gli altri, Hamilton e Vettel in primis) questo è lui. Il nostro Ferdy, cavaliere dalla mano morbida ma mai doma, in grado di mettere a suo agio come pochi altri in passato il ‘ cavallino che ama correre nel vento’.

La Ferrari ha partecipato a tutti i ( 59?) campionati del mondo. Vincendo 31 titoli ( 15 piloti, 16 costruttori), con 219 vittorie. Quanto basta per renderla al momento del tutto inarrivabile.

Ti potrebbe interessare anche...