Santarcangelo di Romagna. Medaglia d’onore a 7 cittadini che furono deportati nei campi di concentramento.

Santarcangelo di Romagna. Medaglia d’onore a 7 cittadini che furono deportati nei campi di concentramento.
Antolini, Morri, Palomba

SANTARCANGELO DI ROMAGNA. Sette cittadini di Santarcangelo hanno ricevuto il primo febbraio la medaglia d’onore del Presidente della Repubblica. Alla presenza del sindaco Mauro Morri e di Werter Paesini (presidente dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci e dell’Associazione Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra), il Prefetto di Rimini Claudio Palomba ha conferito l’onorificenza a quindici cittadini della Provincia (di cui sette santarcangiolesi) deportati nei campi di concentramento nazisti nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

Primo Antolini ha ritirato personalmente la medaglia, mentre le onorificenze destinate agli altri sei premiati sono state consegnate alle famiglie. Si tratta di Guerrino Astolfi, Angelo e Aurelio Delvecchio, Arcangelo Guerra, Ivo Guidi, Primo Martignoni e Dante Ricci.

L’iniziativa, nell’ambito delle celebrazioni per la Giornata della Memoria, si è svolta presso la Prefettura di Rimini alla presenza delle autorità civili e militari, oltre che di numerosi familiari dei premiati. “Voi dovete essere la voce della nostra coscienza” ha detto il Prefetto Palomba ai reduci “in quanto testimoni di momenti terribili che noi tutti non dobbiamo smettere di ricordare”. Tra i momenti più commoventi della cerimonia il racconto di Primo Antolini, che ha ricordato ai presenti i duri anni del suo internamento.

Ti potrebbe interessare anche...