Faenza, un’intera settimana dedicata al sabor latino.

Faenza, un’intera settimana dedicata al sabor latino.
Fiato al Brasile. Immagine di repertorio.

FAENZA. Faenza ospita dal 21 al 27 febbraio la seconda edizione di “Fiato al Brasile”, un progetto culturale che nasce nell’ambito del gemellaggio siglato lo scorso anno fra la scuola comunale di musicaG.Sarti” di Faenza e il dipartimento di Musica della Facoltà di Filosofia, Scienze e Lettere (USP) dell’Università di Ribeirão Preto in Brasile.

Questa seconda edizione di “Fiato al Brasile”, prevede tutta una serie di eventi, fra concerti, workshop, dimostrazioni ed esposizioni di strumenti musicali, che vedranno protagonisti studenti e insegnanti della scuola Sarti e dell’Università di Ribeirão Preto.

L’evento è organizzato, senza costi per le istituzioni pubbliche faentine, dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Faenza, dalla scuola di musica Sarti e dalla scuola Arti e Mestieri Angelo Pescarini, con il patrocinio dell’Ambasciata del Brasile a Roma e della Regione Emilia Romagna, con la collaborazione del Museo internazionale delle ceramiche di Faenza, della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza, della Banca di Romagna, della Banca di Credito Cooperativo ravennate e imolese, di Ravenna 2019 e di Borgatti edizioni musicali, oltre a numerose imprese private, quali la Gemos, il ristorante Zingarò, l’Hotel Vittoria, la Bottega Bertaccini, il Caffè Nove100, la Società cooperativa di cultura popolare e l’Associazione Gemellaggi di Faenza, che tramite i propri soci si è fatta carica dell’ospitalità di alcuni musicisti stranieri.

Il primo appuntamento è programmato giovedì 21 febbraio, con l’esibizione, alle 18.30 all’Hotel Vittoria, del Quintetto fiati “Pau a Pique” e del Quartetto Brasileiro di sassofoni. Venerdì 22 febbraio, alle 21, al teatro Moderno di Fusignano (ingresso 10 euro), concerto della USP Jazz Band e Silvio Zalambani, diretti da José Gustavo de Camargo. Sabato 23 febbraio, alle 21.30, al Caffè Nove100 (corso Mazzini), Rafael Leme quintetto. Sempre sabato 23 febbraio, alla scuola di musica Sarti, alle 11, esibizione del Quintetto fiati “Pau a Pique” e del Quartetto Brasileiro di sassofoni, mentre alle 16.00, concerto con Amalia Del Giudice, Estela Telerman, Karen Stephanie e Monica Ferrini. Ancora sabato, alle 18 alla Bottega Bertaccini (corso Garibaldi), presentazione del libro “Se tutto è musica”, con la presenza dell’autrice Barbara Casini. Domenica 24 febbraio, alle 18, al Museo internazionale delle ceramiche, si esibiranno invece il Coro della Sarti, diretto da Cristina Emboaba, il Quintetto fiati “Pau a Pique”, l’Ensemble archi della Sarti e Silvio Zalambani, la USP Jazz band e Gabriele Mirabassi, entrambi diretti da José Gustavo de Camargo. Sempre domenica 24 febbraio, altri due appuntamenti alla scuola di musica Sarti: alle 11 concerto con Rafael Leme e Workshop sax, Ensemble clarinetti USP Sarti, Joaquim Meira e Alceste Neri; alle 16 presentazione libri e novità Rico con Sauro Berti. Lunedì 25 febbraio, alle 22, allo Zingarò Jazz Club (via Campidori, 11), il Quartetto Brasileiro di sassofoni, Sauro Berti “Solononsolo” e Druda Lazarini “Ensemble Samba”. Martedì 26 febbraio, al teatro Masini (ore 21) “Agora tà”, con Barbara Casini, Paolo Silvestri, la USP Jazz band e Sarti Big band. Mercoledì 27 febbraio, dalle 9 alle 12, al teatro Masini, lezione sui ritmi della musica brasiliana riservata agli alunni delle scuole medie del territorio faentino, con José Gustavo de Camargo, Rafael Leme, Davide Bernaro e Daniele Santimone.

In questi giorni presso la scuola di musica Sarti sono inoltre previsti alcuni workshop, dimostrazioni e un’esposizione di strumenti musicali di tutti i più importanti marchi italiani, quest’ultima sabato 23 e domenica 24 febbraio, dalle 10 alle 17.
Tutte le iniziative programmate sono a ingresso libero, fatta eccezione per i workshop e i concerti del 22 e 26 febbraio.

Ti potrebbe interessare anche...