Cesena, le opere di Aldo Baglio sono dedicate all’associazione Balò.

Cesena, le opere di Aldo Baglio sono dedicate all’associazione Balò.
Aldo Baglio. Immagine di repertorio.

CESENA. Anche Aldo Baglio e la moglie Silvana Fallisi sono a fianco di Balò, la Onlus cesenate che anni lavora per dare un futuro migliore ai bimbi delle baraccopoli di Calcutta in India.

Il comico e la moglie infatti nonostante le fatiche dello spettacolo “Ammutta Muddica” che insieme a Giovanni e Giacomo stanno portando in tour per tutta l’Italia, hanno trovato il tempo di organizzare una mostra d’arte realizzata interamente con i quadri dipinti con estro e passione dall’attore, il cui ricavato delle vendite verrà destinato in beneficenza in favore dei progetti di Balò.

La personale dal titolo ‘Aldo Baglio per un buon motivo….’, allestita alla Leogalleries, una nota galleria di Monza, città dove l’attore siciliano da tempo risiede, inaugura lunedì 25 gennaio a partire dalle 19 e rimane aperta fino al prossimo 13 marzo.

In mostra una ventina di quadri su tela e su cartone, firmati Aldo Baglio, caratterizzate da un vivacissimo utilizzo del colore e dalla continua commistione di materiali diversi. Opere che raccontano una passione che Aldo ha coltivato per anni e che oggi ha finalmente deciso di condividere con il pubblico per ‘un buon motivo’, quello della beneficenza e della raccolta fondi, equamente suddivisa tra l’Associazione Onlus Balò di Cesena e le missioni del PIME in Guinea Bissau.

La conoscenza e l’amicizia di Aldo Baglio e della moglie Silvana Fallisi con Balò Onlus e i suoi progetti risalgono ai primi passi mossi dall’associazione nel 2006, alle azioni dirette di aiuto dei bambini e delle giovani donne delle baraccopoli di Howrah alla periferia di Calcutta, fino alle attività di micro-credito a sostegno di piccoli artigiani e delle loro famiglie. Un aiuto importante che insieme alle molte iniziative di faud resing organizzate a Cesena e in Romagna permette alla Onlus, costituita su basi di puro volontariato, di continuare e potenziare i suoi progetti nelle zone più degradate di Calcutta.

Articoli più letti