Cesena. Problemi sulla linea bus 93: il Sindaco scrive a Start Romagna.

Cesena. Problemi sulla linea bus 93: il Sindaco scrive a Start Romagna.
Il sindaco Paolo Lucchi. Immagine di repertorio.

CESENA. Una situazione inaccettabile, a cui va posto rimedio quanto prima“. A dirlo è il sindaco Paolo Lucchi a proposito dei disservizi segnalati sulla linea bus 93 che collega Borello a Cesena. Dopo aver letto le proteste dei genitori dei ragazzi che fruiscono di quella linea di trasporto pubblico, il sindaco ha immediatamente scritto al Presidente di Start Romagna Sergio Amadori per chiedere chiarimenti sull’accaduto e soprattutto, per chiedere di intervenire immediatamente per dare soluzione al problema.

Ecco il testo della lettera inviata dal sindaco al presidente Start.

Caro Presidente,

l’Amministrazione Comunale ha ricevuto segnalazioni e proteste delle famiglie di ragazzi che utilizzano la linea bus 93, Borello – Cesena. Immagino che non saranno sfuggite neppure a lei.

Esse riferiscono del ripetersi, sin dall’inizio dell’attuale anno scolastico, di situazioni di sovraffollamento dei bus su tale linea che impediscono a numerosi studenti della frazione di San Vittore di salire a bordo ed addirittura, in alcuni casi, li costringono a rivolgersi ai familiari per raggiungere le scuole a Cesena, con gravi disagi che tutti possiamo ben immaginare. Tale situazione, se corrispondente al vero, è assolutamente inaccettabile ed alla stessa va posto rimedio quanto prima.

Le chiedo pertanto di voler predisporre una precisa relazione su tali disservizi che non debbono ripetersi, di farcela giungere e, soprattutto, chiedo che si intervenga immediatamente per la soluzione del problema e che ce ne sia data comunicazione.

Preannuncio che riferiremo su tale vicenda alla riunione odierna del Comitato Utenti, la specifica sede costituita dal nostro Comune per affrontare tali problemi, per poi esaminarla approfonditamente alla prossima riunione con la vostra presenza.

L’Amministrazione Comunale sta facendo un grande sforzo per migliorare le abitudini di mobilità dei cittadini e per promuovere un maggiore utilizzo dei mezzi pubblici. Questo ha portato, ad esempio, ad un forte sviluppo dei parcheggi scambiatori auto-bus, utilizzati nel 2012 da ben 167mila cittadini (+33% sul 2011) a testimonianza che all’impegno della pubblica amministrazione, almeno a Cesena, corrisponde anche una positiva risposta dei cittadini.

Episodi come quelli segnalati dai genitori di San Vittore rischiano di farci arretrare rispetto all’obiettivo di una maggiore cultura e consapevolezza ambientale che ci proponiamo. Per questo, occorre che episodi come quelli denunciati dai genitori di San Vittore non si ripetano in futuro.

In attesa di riscontro invio cordiali saluti.

Ti potrebbe interessare anche...