Emilia Romagna. Ausl Forlì: come facilitare l’accesso alle cure.Nel seminario: ‘Salute globale ed equità in salute’.

Emilia Romagna. Ausl Forlì: come facilitare l’accesso alle cure.Nel seminario: ‘Salute globale ed equità in salute’.
Forlì ospedale Vechiazzano

AUSL FORLI’& DIRITTO ALLA SALUTE. Diritto alla salute ed equità nell’accesso alle cure a livello locale, nazionale, e internazionale. Sono i temi attorno a cui ruoterà il seminario ‘Salute globale ed equità in salute‘ promosso venerdì 1° marzo, all’ospedale ‘Morgagni-Pierantoni (sala Pieratelli), dal centro studi aziendale ‘Giovanni Donati’ dell’Ausl di Forlì in collaborazione con l’associazione ‘Cuamm-Medici con l’Africa‘, impegnata nella realizzazione del progetto europeo ‘Egual opportunities: action for development‘, diretto a mobilitare in questa direzione la comunità sanitaria puntando su un miglioramento e incremento dell’offerta formativa relativa a tali argomenti oggi, per altro, di stringente attualità.
I lavori, che interesseranno l’intera giornata, dalle 8.30 alle 16, si propongono, quindi, di sensiblizzare gli operatori su tali tematiche, proponendo una riflessione su competenze professionali e sociali necessarie a muoversi in un contesto globale, e stimolandoli da una parte ad assumere il ruolo di promotori del diritto alla salute nelle rispettive comunità di riferimento, dall’altra ad assumere un nuovo approccio in ambito lavorativo e influenzare l’elaborazione di politiche sanitarie più eque.

I PROBLEMI SUL TAVOLO. Nel corso della giornata, verranno naturalmente affrontati i problemi di salute che caratterizzano i paesi in via di sviluppo, al fine di un sempre maggior coinvolgimento degli operatori sanitari nella cooperazione internazionale. In questo campo, i professionisti forlivesi sono da tempo in prima linea, come testimoniano le diverse missioni all’estero compiute in questi anni, dall’Africa all’Asia sino al Sud America. Il convegno sarà, tuttavia, l’occasione per allacciare nuovi rapporti di solidarietà, visto che è in programma un collegamento in diretta col dott. Bruno Turri, del ‘Pope John’s Hospital’ di Aber, in Uganda, al fine di proporre una collaborazione fra l’ospedale africano e il Centro studi dell’Ausl di Forlì.
Inoltre, nel corso dei lavori, il presidente del Lions Club Forlì Host, ingegner Claudio Sirri, consegnerà ufficialmente, ai medici che nel settembre scorso si sono recati in Bangladesh per un’iniziativa umanitaria, coordinata dalla dott.ssa Daniela Valpiani, dell’U.O. di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva dell’Ausl di Forlì, e dal dott. Andrea De Vito, dell’U.O. Orl dell’Ausl di Forlì, una strumentazione per sala operatoria da destinare al presidio di Khulna. «La nostra presenza al convegno sottolinea lo spirito di solidarietà che caratterizza i Lions e, in particolare, testimonia l’impegno del club forlivese nell’aiuto ai bisognosi – commenta il presidente Sirri –. We serve, noi serviamo, è il motto dei Lions, così, il club, oltre ai service dedicati alle persone in difficoltà della nostra città e alla partecipazione a progetti del Lions international come la lotta alle malattie killer dei bambini, l’acqua per la vita, la prevenzione della cecità, l’aiuto ai non vedenti, la promozione della pace, ha rivolto ormai da anni vari service ai paesi in via di sviluppo. Quest’anno, nel 55° anniversario della charter del Forlì Host, abbiamo voluto aggiungere alle nostre iniziative la donazione di una tecnologia di sala operatoria per l’ospedale di Khulna, in Bangladesh».

IL CENTRO STUDI FORLIVESI. Il Centro studi forlivesi vanta, ormai, un consolidato legame con tale struttura, tant’è che venerdì 8 marzo, alle 19.30, alla Taverna Verde di Forlì (via Somalia, 3), organizzerà, col contributo di ‘Marco Polo Export’ e ‘Formula Servizi‘, e in collaborazione con l’associazione ‘Heart&Music for Life‘, formata da cardiologi musicisti di Forlì e Cesena, lo spettacolo di musica live ‘Respect Women Respect the World’, volto a raccogliere fondi a sostegno di una nuova missione in Bangladesh; il ricavato della serata (biglietto d’ingresso 15 euro) verrà, infatti, interamente devoluto a questo scopo.

 

Ti potrebbe interessare anche...