Bologna. Nuova sede per il Centro Disturbi Cognitivi e della Memoria.

Bologna. Nuova sede per il Centro Disturbi Cognitivi e della Memoria.
Centro Disturbi Cognitivi e della Memoria. Immagine di repertorio.

BOLOGNA. Il trasferimento nella nuova sede consente al Centro Disturbi Cognitivi e della Memoria, che opera all’interno del Dipartimento delle Cure Primarie, una maggiore relazione con i medici di medicina generale e con i servizi specialistici e assistenziali del territorio. Ciò garantirà una presa in carico più efficace e completa delle persone affette da patologie cognitive e delle loro famiglie.

Il Centro è costituito da quattro ambulatori multiprofessionali, all’interno dei quali operano geriatri, neurologi, psichiatri, psicologi, neuropsicologi, esperti in stimolazione cognitiva, sociologi, infermieri e personale amministrativo. Un team multidisciplinare che garantisce diagnosi e terapie attraverso la valutazione complessiva dei disturbi della memoria e della sfera cognitiva, del comportamento, dello stato psico-affettivo e funzionale e di eventuali altre patologie.

Oltre alle attività ambulatoriali, il Centro Disturbi Cognitivi partecipa alla realizzazione di iniziative a sostegno dei familiari e di chi si prende cura delle persone colpite da demenza, come gruppi di auto-aiuto e di sostegno psicologico, colloqui psicologici individuali, punti di ascolto, incontri di informazione/formazione, attività a sostegno del miglioramento della qualità della vita della persona malata e di chi la assiste. Vengono effettuati, inoltre, corsi di formazione per professionisti degli ospedali, del territorio e per il personale volontario.

Il Centro, che ogni anno segue oltre 3.000 persone con problemi cognitivi, si inserisce nel contesto più ampio del Progetto Demenze dell’Azienda USL di Bologna, per affrontare le demenze in un sistema di gestione integrata, clinico-terapeutica e socio-assistenziale.

L’Azienda ha promosso, infatti, la realizzazione di una rete con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, i Comuni, le Aziende di Servizi alla Persona, le Associazioni degli utenti e dei familiari. Ciò ha consentito di realizzare una assistenza dedicata per ogni stadio della malattia e per ogni contesto, centrata sulla presa in carico del paziente e della famiglia, sulla integrazione multidisciplinare e multispecialistica, sulla garanzia di percorsi diagnostico-terapeutici-assistenziali integrati.

Il Progetto Demenze coordina i 10 Centri per i Disturbi Cognitivi presenti nel territorio dell’Azienda USL di Bologna, uno dei quali presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria. Nel 2012 i Centri hanno seguito circa 11.000 persone, 4.000 delle quali per la prima volta, per un totale di circa 12.500 visite effettuate. Ai Centri si accede prevalentemente per invio da parte del Medico di famiglia.

Articoli più letti