Cronaca dal divano. Serie A: arrivano le ‘sfide’ dentro-fuori: Napoli-Juve, Milan-Lazio e Catania-Inter.

Cronaca dal divano. Serie A: arrivano le ‘sfide’ dentro-fuori: Napoli-Juve, Milan-Lazio e Catania-Inter.
Napoli - Juve

CRONACA DAL DIVANO. E prepariamoci a questa partitona. Che ricorda i tempi belli. Quando al San Paolo, ricolmo di gioia, scendevano in campo Maradona e Careca, Gullit e Van Basten, solo per citarne qualcuno. Allora ( come diceva Lotar Mateus )  il campionato italiano era un campionato del mondo per club. C’erano tutti i ‘meglio‘. Furono giorni memorabili, che soprattutto Napoli farà fatica a dimenticare.  Per cui nessuna meraviglia se lo ‘sciagurato‘ Diego blocca ancora le vie della città flegrea al solo suo passaggio. Figuriamoci se dovesse tornare a stabilirsi colà; magari puntando a qualche poltrona istituzionale.

JUVE-NAPOLI. Dal passato al presente. Perchè venerdì sera ( ore 20,45)  al San Paolo tra Juve e Napoli si rigioca ( dopo molti anni) lo scudetto. Dovessero vincere i ragazzi un po’ imprevedibili di Mazzarri, la Vecchia Signora starebbe lì, a soli tre punti, con un proseguo di campionato tutto da giocare. Per questo il ‘ciuccio‘ farà il possibile. Ridonando un’aurea di miticità ad un duello che non si vedeva più così intenso da molto tempo. Poi la Juve s’immergerà nella Coppa, per centre i quarti di finale.
Napoli- Juve  non sarà la sola ad attrarre interesse, perchè  ( a ruota) ci sono Milan-Lazio e catania-Inter. Tutte impegnate a giocarsi il terzo posto Champions. A tenerci più di tutti è il Milan che, poi, a metà settimana, dovrà scendere al Camp Nou per ‘sottoporsi’ alla ‘vendetta’ dell’ingordo  dio blaugrana umiliato a San Siro. I delusi del Barca giurano che ce la faranno. E anche Mario Sconcerti ammonisce a prenderli sul serio. Gli ‘imbattibili‘  ora corrono meno, stranamente, forse perchè stanchi di vincere, forse per ragioni che ci diranno, e  tuttavia restano un mostro vorace affamato d’altre vittime. Si tratta di vedere se le vittime, come già fece Teseo col Minotauro, godranno ( anche questa volta) del soccorso di una pia Arianna. Allora per il mostro sarebbe davvero la fine.

ALTRE NOTIZIE. Rino Gattuso, che ha giocato 84′ nel suo Sion contro il Losanna, ha esordito con una vittoria nella sua duplice veste di giocatore-allenatore. L’Italia del fondo non va. Piller, 38 anni, punta di diamante della squadra azzurra, s’è ritirato nella 15 km tl. Medagliere ancora a secco. Gli altri vanno il triplo. Un po’troppo anche per avversari ‘datati’ come i nostri. Volesse qualcuno spiegarci dove sta tutta questa differenza!

La Force India a scelto Sutil. Da oggi a domenica ultimi test a Barcellona. Alonso, come sempre gran guerriero, ci dirà qualcosa di più sulla ‘rossa’. Anche perchè siano tutti col cuore in gola per capire se l’hanno azzeccata o sballata. Domenicali ( come dicono da queste parti) sta sulla ‘schiena del burattello‘. Al bravo Ibra hanno assegnato due turni di squalifica in Champions. Così il Psg potrà giocare ( finalmente) in pace. Nel basket nono turno del Top16 di Eurolega. Siena incontra il Feberbahce, senza Pianegiani.

Ti potrebbe interessare anche...