Riccione. Il sindaco Massimo Pironi ricorda Valeriano Fantini.

Riccione. Il sindaco Massimo Pironi ricorda Valeriano Fantini.
Sindaco Massimo Pironi. Immagine di repertorio.

RICCIONE. Il ricordo di Valeriano Fantini nelle parole del Sindaco Massimo Pironi.

Siamo stati adolescenti assieme, io e Valeriano. La prima immagine che ho di lui, ora, è quel suo modo di scendere al volo dalla bicicletta, lui che aveva le sue difficoltá nel camminare: la lanciava contro la cancellatta e scendeva al volo. Era anche il suo modo di affrontare la vita. Una forza d’animo che ho sempre ammirato in lui. Assieme alla sua intelligenza, alla luciditá che gli consentiva di avere sempre il quadro d’insieme della situazione, e di individuare le soluzioni migliori a ogni problema. Qualsiasi cosa facesse la preparava nei minimi particolari, con grande serietá e metodo. E’ stato un riferimento per me e per la mia formazione, umana e politica. Come amico, sapeva dirti con schiettezza come la pensava, con onestá e senza fare sconti. L’ho sempre apprezzato per questo, perchè penso che l’amicizia vera è quella che ti consente di dire anche le cose meno facili da dire, non solo quelle che fanno piacere“.

“Come amministratore, ho avuto l’opportunitá di conoscerlo e di affiancarlo dal 1985, siamo stati colleghi per qualche anno in giunta, mi ha preso sotto l’ala e mi ha insegnato tante cose che ancora oggi mi sono preziose. Avrebbe potuto farsi schermo della sue difficoltá fisiche, ma non era da lui. Si è comportato allo stesso modo con la malattia. Pochi sapevano, lui non ne parlava, e non la faceva pesare in alcun modo. Valeriano ci mancherà molto, a me e a tantei altri che lo conoscevano e lo stimavano. Mancherà soprattutto alla sua famiglia, a Monica e a Linda, che erano tutto per lui. Con Valeriano perdiamo tutti un uomo di grande valore e qualitá”.

Ti potrebbe interessare anche...