Forlì. Apre i battenti FierAvicola, il Salone Internazionale dell’avicoltura e cunicoltura.

Forlì. Apre i battenti FierAvicola, il Salone Internazionale dell’avicoltura e cunicoltura.
La conferenza stampa. Immagine di repertorio.

FORLì. Si stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli della 48esima edizione di FierAvicola, il Salone Internazionale dell’avicoltura e cunicoltura presentata alla Borsa Nazionale Avicola e che si terrà alla Fiera di Forlì dal 10 al 12 aprile.

Quella del 2013, più di ogni altra edizione in passato, parla internazionale: innanzitutto per la ritrovata capacità dell’organizzazione di catalizzare attorno a sé una grande quantità di operatori di tutto il mondo, grazie ad un’intensa attività di internazionalizzazione che si è svolta nel corso del 2012, anno di preparazione alla rassegna biennale. Grazie ad essa infatti circa il 20% degli espositori sarà straniero e si attende l’arrivo di quasi un migliaio di operatori esteri tra delegazioni e visitatori spontanei. Tra i paesi più interessati e maggiormente rappresentati all’interno della Fiera di Forlì si prevedono Algeria, Russia, Egitto, Libia, Arabia Saudita, ma anche Serbia, Slovenia, Bielorussia, Romania, Polonia, India, Tunisia, Turchia ed Ucraina. Tra questi, poi, India, Russia e Turchia sono stati oggetto di una promozione condotta da Fiera di Forlì in collaborazione con ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane).

Inoltre, la vetrina mondiale di FierAvicola e del comparto sarà garantita anche dalla collaborazione tra la manifestazione, nata e da sempre ambientata nel cuore della Romagna, e l’Expo 2015 di Milano, nel corso del quale il cluster avicolo sarà rappresentato e promosso tra le eccellenze nazionali, ambasciatore del Made in Italy nel mondo. A sancire l’accordo sarà la presenza degli organizzatori dell’Esposizione Universale di Milano alla rassegna forlivese, dove per valorizzare e celebrare i diversi prodotti del comparto avicolo, verrà allestito un incontro sulla filiera, un’anteprima sull’Expo 2015 e, a seguire, un cooking show che promuoverà le tecniche di preparazione delle carni bianche e dell’uovo di tutto il mondo. Nessun altro settore zootecnico come quello avicolo è riuscito ad avvalersi così profondamente della ricerca e della tecnologia per offrire al mercato nuovi prodotti ad alto contenuto di servizio, capaci di rispondere alle esigenze dei consumatori, della distribuzione moderna e della ristorazione. Da qui la proposta della Fiera di Forlì di promuoverlo nel Padiglione Italia di Expo 2015, insieme alle più note e riconosciute eccellenze nazionali, mettendone in risalto l’elevata qualità dei prodotti, delle tecniche e dei servizi per la produzione, lavorazione (allevamento, macellazione e trasformazione) e confezionamento di carni e uova.

Fieravicola 2013 darà spazio alle varie merceologie del comparto, mettendo l’accento sull’evoluzione del mercato, dai prodotti ai servizi, fino alle consulenze in materia di impianti, attrezzature per l’allevamento, sulla mangimistica, ma anche sul recupero e sulla valorizzazione dei residui dell’attività zootecnica, insieme alle proposte nell’ambito della veterinaria e della farmaceutica. Nel 2011 i visitatori furono oltre 10mila e quest’anno ci si attende di eguagliare i risultati dell’edizione precedente, anche in considerazione delle mutate condizioni economiche, caratterizzate da una diffusa crisi delle imprese e dalla flessione dei consumi.

Incontri e convegni. A completare gli incontri di business, favoriti anche dall’attività di matching internazionale coordinata dalla Fiera di Forlì che mette a disposizione ambienti per gli appuntamenti d’affari e servizi di consulenza e di interpretariato per gli operatori presenti in Fiera, è stato programmato un ricco calendario di convegni e dibattiti.

Strumenti importanti per le imprese che intendono mantenere o definire il proprio posizionamento sui mercati, sono al centro del seminario promosso insieme ad Unioncamere sulle soluzioni per l’internazionalizzazione (mercoledì 10 aprile alle ore 10); a seguire ci sarà il convegno dedicato ai focus sulle dinamiche dei mercati avicoli internazionali (sempre mercoledì 10 aprile, nel pomeriggio). Grazie a Confcooperative invece si guarderà alle realtà cooperative all’interno del comparto avicolo (la mattina di venerdì 12 aprile).

Per una più specifica conoscenza della legislazione comunitaria rispetto all’allevamento ed al benessere dell’animale, Unaitalia ed Assoavi proporranno incontri rispettivamente mercoledì e giovedì mattina. Uno sguardo sul mercato e sui prezzi giungerà grazie alla presentazione della ricerca sul settore promossa da Unaitalia e resa pubblica nel pomeriggio di giovedì 11 aprile.

La tematica dei mangimi ed il loro impatto sulle dinamiche e sui costi è al centro del dibattito di venerdì pomeriggio, che sarà preceduto, nella mattinata, da un aggiornamento sullo stato dell’arte delle tecnologie per la valorizzazione delle deiezioni avicole.

Un approfondimento verticale e scientifico sui principali temi in ambito di patologia aviare sarà fornito da SIPA, Società Italiana di Patologia Aviare giovedì e venerdì, mentre anche quest’anno ci sarà spazio per la coniglicoltura internazionale grazie alla presenza di ASIC Associazione Scientifica Italiana di Coniglicoltura. Completano il programma le giornate della sicurezza in Agricoltura a cura di CIMLA Cassa Integrazione Malattia Lavoratori Agricoli (venerdì 12 dalle 10), le problematiche fiscali in ambito avicolo trattate da Consulenza Agricola e Sedi (giovedì 11 aprile) e le riunioni e l’assemblea dei soci WPSA World’s Poultry Science Association (giovedì 11 e venerdì 12).

Associazioni, Patrocinii e Partner. Partecipano alla manifestazione le principali organizzazioni di categoria del settore, quali Assoavi Associazione Nazionale Allevatori e Produttori Avicunicoli, Unaitalia Unione Nazionale Filiere Agroalimentari Carni e Uova, SIPA Società Italiana di Patologia Aviare, WPSA World’s Poultry Science Association, ASIC Associazione Scientifica Italiana di Coniglicoltura.

La manifestazione inoltre ha il patrocinio di ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), Enterprise Europe Network, Ministero per lo Sviluppo Economico, Regione Emilia Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Comune di Forlì, Camera di Commercio di Forlì-Cesena.

Collaborano al programma dell’edizione 2013 anche Unioncamere e Confcooperative Forlì-Cesena.

Ingresso ed orari. FierAvicola è ad ingresso gratuito per gli operatori del settore italiani e stranieri ed è aperta nelle giornate del 10, 11 e 12 aprile dalle 9 alle 18.

Ti potrebbe interessare anche...