Ravenna. Alla scoperta del delta del Po con Legambiente ed Ente Parco.

Ravenna. Alla scoperta del delta del Po con Legambiente ed Ente Parco.
Visite al Delta del Po.

RAVENNA. Con l’arrivo della primavera, oltre alle rondini, ritornano anche le passeggiate naturalistiche organizzate da Legambiente e dal Parco del Delta del Po dell’Emilia Romagna.

Esplorazioni a passo lento, tra le valli lagunari e le saline per riscoprire le bellezze naturalistiche e imparare a conoscere la ricca biodiversità di una delle aree più importanti per la tutela delle specie protette e d’interesse comunitario.

Il delta del fiume Po racchiude il più complesso sistema nazionale di zone umide. In questo delicato ecosistema lagunare, a partire dal 2010 è stato attivato il progetto europeo “Conservation of habitats and species in the Natura 2000 sites in the Po Delta” (LIFE09NATIT000110 “Natura 2000 in the Po Delta”) coordinato dal Parco Regionale Delta del Po Emilia Romagna, per un’importante ed estesa operazione di sviluppo e conservazione delle aree umide.

Oltre alle azioni concrete di ripristino e tutela del territorio deltizio, Legambiente e Parco del Delta hanno dato il via ad una serie di iniziative a carattere divulgativo, con il contributo dello strumento finanziario LIFE della comunità europea, il cui scopo principale è sensibilizzare la comunità locale e l’opinione pubblica sull’importanza della gestione di queste aree della Rete Natura 2000 di estremo valore naturalistico ma anche produttivo.

Perciò Legambiente sta organizzando passeggiate naturalistiche e visite guidate al Parco del Delta, in particolare alle Valli di Comacchio, uno dei siti maggiormente interessati dagli interventi di ripristino.

Durante i mesi di aprile, maggio e giugno, numerose scuole delle province di Ferrara e Ravenna parteciperanno alle passeggiate per scoprire le peculiarità della flora e della fauna autoctone e per capire quanto sia importante tutelare e preservare questi territori per le generazioni future.

Le attività di educazione ambientale e divulgazione naturalistica, completamente gratuite, non si rivolgono solo alle scuole ma anche a gruppi di adulti che ricercano nel turismo slow” un modo per riappropriarsi del proprio tempo libero, abbandonando per un po’ la vita frenetica di tutti i giorni e riscoprendo un escursionismo lento e a basso impatto ambientale.

Per organizzare e prenotare una visita guidata, basta contattare Legambiente Emilia Romagna, scrivendo a info@legambiente.emiliaromagna.it oppure chiamando allo 051 241324.

Ti potrebbe interessare anche...

Nessun commento

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale