Riccione. L’ex sindaco del Pd restituisce la tessera.

Riccione. L’ex sindaco del Pd restituisce la tessera.
Daniele Imola. Immagine di repertorio.

RICCIONE. Tutta la crisi del “Partito” nella lettera – che pubblichiamo integralmente – dell’ex sindaco di Riccione Daniele Imola.

“Dal 1974, quando la passione per la politica ha iniziato a diventare una parte importante della mia vita, ho sempre avuto in tasca, vicino alla carta d’identità, la tessera del Partito. Quella tessera era un pezzo della mia identità, subito a fianco al documento che diceva dove e quando sono nato, dove vivo e quindi chi sono i miei genitori chi è la mia famiglia, la tessera diceva esplicitamente anche che facevo parte di una comunità di donne e uomini che si impegnavano per una idea di progresso e di giustizia sociale”.

“Dopo 39 anni potete immaginare quanto mi costa restituire quella tessera. Però, nei 39 anni precedenti, pur tra successi e sconfitte, pur tra soddisfazioni e amarezze e anche quando erano ben visibili gli errori commessi, proprio dall’analisi sempre spietata di quegli errori ripartiva il cammino di speranza. Invece oggi, per la prima volta e ripetutamente negli ultimi mesi, mi vergogno di essere iscritto al Pd. La vergogna è un sentimento che non avevo mai provato in modo così chiaro e intenso e non è sopportabile, per questo restituisco la tessera”.

“Non posso più stare nello stesso Partito di D’Alema, di uno che ha sempre sovrapposto i propri interessi personali a quelli del Partito, e oggi lo ha fatto con una brutalità impressionante e, soprattutto, lo ha fatto quando il Pd non ragionava solo di se stesso e dei propri equilibri interni, ma quando in discussione è il futuro del nostro Paese. Per fortuna non ho consentito alla politica di occupare totalmente la mia vita e, pur essendo una parte importantissima, ho sempre coltivato amicizie vere fuori dalla politica che mi hanno aiutato moltissimo a non perdere il contatto con la realtà e mi sono sempre imposto di lavorare anche fuori dalla politica in mestieri veri. Non so se mi iscriverò più ad un partito, sicuramente però non più a quello in cui è iscritto D’Alema”, conclude, con amarezza, l’ex sindaco e ora anche ex Pd, Daniele Imola.

Ti potrebbe interessare anche...