Genova. Tragedia al porto: aperta la camera ardente.

Genova. Tragedia al porto: aperta la camera ardente.
Camera ardente a Genova. Immagine di repertorio.

GENOVA. E’ stata aperta all’interno della Capitaneria di Porto di Genova la camera ardente per le vittime dell’incidente al porto. Tra queste anche Marco De Candussio, 40enne residente a Savignano sul Rubicone.

Le otto bare che contengono i corpi dei piloti e dei militari della Guardia costiera, morti nel crollo della torre di controllo provocato dall’impatto con la Jolly Nero lo scorso 7 maggio sono state coperte con i Tricolore.

La fila composta nella camera ardente è chiusa dalla bara vuota del sergente Gianni Jacoviello ancora disperso in fondo al mare.

Intanto il comandante Filippo Marini, portavoce della guardia costiera di Genova, fa sapere che la data dei funerali delle vittime dell’incidente non è ancora stata definita. Se possibile infatti, la volontà comune è che il cardinale Angelo Bagnasco celebri le esequie solenni con tutti i nove feretri.

Ti potrebbe interessare anche...